rotate-mobile
Attualità

Terni, il capolavoro cinematografico ‘Il Cacciatore’ in versione restaurata: “Un’opera struggente sugli orrori della guerra”

Il prossimo mercoledì 29 maggio appuntamento al Politeama Lucioli. La versione proposta è quella originale con sottotitoli

Un capolavoro assoluto e senza tempo ossia ‘Il Cacciatore’ di Michael Cimino, sta per arrivare al Cinema Politeama Lucioli in versione restaurata. Mercoledì 29 maggio l’appuntamento in sala è previsto per le 20.15. All’introduzione a cura di Sentieri del Cinema farà seguito la proiezione del film. Un’opera struggente sugli orrori della guerra nel Vietnam, sul fine dell'innocenza e delle illusioni, sul potere dell'amicizia, intesa non solo e non tanto come condivisione ludica, ma come ancora di salvezza, dono di vita, sacrificio e rischio fraterno per uscire vivi dalla più grande delle tragedie.

Inoltre sulla colossale bugia che quella guerra ha rappresentato, e che si nascondeva dietro un paese che coltivava ancora il mito della frontiera, della conquista, quando invece aveva creato un’apocalisse di sangue pensando di lottare per la libertà. Un film vincitore di cinque premi Oscar - film, regia, attore non protagonista, montaggio, sonoro - dove epica e intimismo si fondono in un'unica espressione estetica, nel quale Cimino ci racconta quella generazione alle armi osservando anche le zone sociali di pace, il prima contaminato dal presagio e il dopo: le cicatrici indelebili lasciate dalla guerra dentro l'anima e sulla carne dei reduci, la impossibilità di superare il trauma, la dissoluzione della personalità del singolo.

Da un lato la ‘fotografia’ di uno dei capitoli più dolorosi della storia americana, nonché del suo impatto a livello individuale e sociale; dall'altro una valenza metaforica che apre il racconto a un'esplorazione dell'essere umano, diviso fra i propri impulsi (auto)distruttivi da una parte e il richiamo salvifico della pietas e un rinnovato, sacrale rispetto per la vita, dall'altra. Quel rispetto che Mike, ossia Robert De Niro dimostrerà di aver assimilato nel momento in cui rinuncerà ad uccidere un cervo, in una scena magnifica all'interno di un film straordinario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, il capolavoro cinematografico ‘Il Cacciatore’ in versione restaurata: “Un’opera struggente sugli orrori della guerra”

TerniToday è in caricamento