rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Orvieto

Dal modello “Matta” del 1951 all Alfa Giulia Radiomobile: nuovi mezzi per i carabinieri di Orvieto

A disposizione dei militari dell’Arma la versione più aggiornata del modello Alfa Romeo

Una nuova autovettura si è aggiunta alla flotta in dotazione ai carabinieri della Compagnia di Orvieto. Si tratta della nuovissima Alfa Romeo Giulia nello speciale allestimento per il Radiomobile dell’Arma, che va ad affiancare le Seat Leòn e le Alfa Romeo Giulietta già in dotazione. L’autovettura, dalle prestazioni particolarmente brillanti e dotata di una serie di soluzioni tecniche e di protezioni studiate appositamente per l’impiego di pronto intervento, offre adesso un ulteriore strumento ai carabinieri per il pattugliamento ed il controllo del territorio.

L’Alfa Romeo Giulia Radiomobile 2.0 è equipaggiata con un motore 2.0 turbo benzina da 200 CV con cambio automatico, utilizzabile anche in modalità sequenziale, a 8 rapporti in livrea blu istituzionale. L’allestimento è stato sviluppato secondo le richieste dell’Arma maturate dall’impiego quotidiano degli equipaggi. Fanno parte delle dotazioni specifiche i due lampeggianti con luce laterali e faro orientabili, lampeggianti led su specchi retrovisori esterni, parabrezza blindato e cristalli laterali e lunotto antisfondamento, porte anteriori blindate con protezione balistica estensibile per i piedi, protezione antiscoppio del serbatoio, due porta arma elettromeccanici, una cellula isolata per il trasporto di un arrestato, porta giubbotti antiproiettile in abitacolo e alloggiamenti ergonomici per gli equipaggiamenti dei componenti del personale a bordo, oltre ad un altoparlante esterno.

Il nuovo mezzo perpetua uno storico sodalizio tra Alfa Romeo ed Arma dei Carabinieri, nato nel secondo dopoguerra; la prima Alfa Romeo dell’Arma è stata la fuori strada AR-51 “Matta” nel 1951, seguita un anno dopo dalla berlina 1900, con cui è nata la “Gazzella”, termine nel linguaggio dell’Arma rappresenta il concetto di pronto intervento. Sua discendente diretta fu la Giulia degli Anni ‘60, che venne impiegata dai neo costituiti Nuclei radiomobili di pronto intervento. Da allora il legame tra l’Arma e l’Alfa Romeo è proseguito negli anni con Alfetta, Alfa 90, Alfa 75, Alfa 155, Alfa 156 e 159 e nuova Giulietta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal modello “Matta” del 1951 all Alfa Giulia Radiomobile: nuovi mezzi per i carabinieri di Orvieto

TerniToday è in caricamento