rotate-mobile
Attualità Orvieto

Caro bollette, nasce la Comunità energetica dell’Alto Orvietano: “Vantaggi per produttori e utenti”

A promuovere l’iniziativa il sindaco di Parrano, Valentino Filippetti: “Lo scopo è di contrastare questi aumenti vorticosi e inarrestabili”

È stata costituita il 29 settembre scorso con atto notarile ad Orvieto, la “Comunità energetica Alto Orvietano società cooperativa”. Ne dà notizia il sindaco di Parrano, Velentino Filippetti, che ha promosso l’iniziativa e che sottolinea come lo scopo sia quello di “contrastare l’aumento vorticoso e inarrestabile del costo dell’energia. Impegno – nota Filippetti – che assume particolare rilievo in un momento in cui l’Arera (Autorità per l’energia) prospetta un aumento record del 59 per cento sul costo delle bollette.

“La comunità energetica – spiega - creando una rete di mutualità fra produttori e consumatori, potrà intervenire in base ai consumi dei propri soci, utilizzando parte dei contributi ricevuti dal Gestore dei servizi energetici (Gse) da un lato e dall’altro consentendo ai produttori di energia di ricevere vantaggi in termini di agevolazioni e minori costi di acquisto dei materiali e realizzazione di impianto, oltre ai vantaggi fiscali e i ricavi dalla vendita dell’energia prodotta”.

I soci fondatori, riferisce sempre il sindaco, “si augurano ed opereranno per far e in modo che a questa iniziativa aderiscano numerosi cittadini, ma anche comuni, enti e autorità locali dell’alto Orvietano, secondo quanto previsto dallo statuto, in modo che – conclude Filippetti - l’azione di calmiere dei costi risulti sempre più efficace e possa essere un primo passo e un esempio per renderci maggiormente autonomi e al contempo contenere i costi e salvaguardare il nostro ambiente”.

Nei giorni scorsi, il sindaco Filippetti assieme al primo cittadino di San Venanzo, Marsilio Marinelli, avevano reso noti i risultati prodotti nel 2022 dalla gestione privata degli impianti di illuminazione pubblica dei due municipi: riduzione di 206 tonnellate di CO2, risparmio energetico di 152mila kWh/anno per il comune di Parrano e 255.500 per il comune di San Venanzo, aumenti solo del 5,83 per cento grazie ai meccanismi contrattuali di adeguamento del servizio.

Filippetti e Marinelli avevano parlato di “risultato significativo, in linea con il lavoro che si sta portando avanti per realizzare la green community dell’Umbria etrusca” e che he permesso “ai due Comuni di trovarsi preparati all’impennata dei prezzi, dovuta alle congiunture internazionali e alle speculazioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, nasce la Comunità energetica dell’Alto Orvietano: “Vantaggi per produttori e utenti”

TerniToday è in caricamento