rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Casa museo Elia Passavanti: “L’inventario ed il collaudo prima della riapertura”. Rossi: “Necessario un cronoprogramma”

Il capogruppo di Terni Civica: “Il tema della casa di Passavanti quali luogo di visita è caro a diversi ternani ed associazioni che credono che questa figura non possa essere dimenticata”

La figura storica di Elia Rossi Passavanti e la possibilità di accedere alla casa museo. Un tema sul quale è intervenuto Luigi Carlini, presidente della fondazione TOE, che ha assicurato di voler procedere in tal senso: “Allo stato attuale ci si sta occupando dell’inventario dei materiali e cimeli residui, senza il quale la casa museo non potrà essere fruibile per il pubblico oltre la verifica dell’idoneità e della sicurezza dei locali stessi”.

Dichiarazioni commentate da Michele Rossi – capogruppo di Terni Civica – fervido sostenitore della riapertura: “Le parole del presidente sono confortanti in quanto ribadiscono l’impegno a lavorare per la salvaguardia di tutti i beni, ad iniziare dall’archivio, e per la messa in sicurezza dell’immobile, anche ai fini della sua fruizione pubblica. 
Come è noto – ricorda Rossi - da tempo mi batto perché la casa di questo ternano che tanto ha significato per la nostra storia cittadina e non solo, diventi un luogo di testimonianza e di visita. Una possibilità anche alla luce della Fondazione Toe che ha visto la donazione da parte di questo filantropo di tutti i suoi beni. 
Il tema della casa di Passavanti quali luogo di visita è caro a diversi ternani ed associazioni che credono che questa figura non possa essere dimenticata e che soprattutto debba essere visitabile l’abitazione all'interno di Palazzo Carrara che custodisce importanti documenti e cimeli di grande valore storico e culturale”.

“Gli enti che sono all’interno della Fondazione possono sicuramente dare il loro contributo, magari insieme a quei volontari ai quali fa appello la stessa Toe per garantire l’apertura, la chiusura e la sorveglianza della casa museo. Ritengo che – conclude - se vogliamo fare passi in avanti verso questo traguardo che ha una valenza anche turistico-attrattiva, occorra definire quanto prima un crono programma di interventi ed atti, che porti entro il 2021 all’apertura ai visitatori della casa museo Elisa Rossi Passavanti”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa museo Elia Passavanti: “L’inventario ed il collaudo prima della riapertura”. Rossi: “Necessario un cronoprogramma”

TerniToday è in caricamento