menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cascata delle Marmore, ecco chi si contende la gestione

Stamattina il cambio del Rup e la verifica della documentazione amministrativa delle due Ati

Alis e Umbria Risorse. Sono queste le aziende capofila dei due raggruppamenti che hanno presentato la propria offerta per la gestione della Cascata delle Marmore e – in via opzionale - del sito archeologico di Carsulae.

Nonostante i sopralluoghi fossero stati numerosi, e con realtà anche extraterritoriali, alla fine la gara europea ha visto due sole partecipazioni, tra l’altro da (parte) della 165m Marmore Falls, Ati che aveva gestito la cascata negli ultimi dieci anni, fino a gennaio 2019, e dai nuovi gestori, ma con un “cambio al vertice”, con Vivaticket che ha scelto di non essere più capofila, rimanendo comunque all’interno dell’Ati.

L’apertura delle buste

Le offerte potevano essere presentate entro le 12 di ieri, mentre stamattina si è svolta la seduta pubblica per l’apertura telematica delle buste, con un ritardo di due ore: l’appuntamento indicato nel disciplinare di gara era per le 9, ma mancare all’appello era il Rup (Responsabile unico del procedimento). Se, infatti, fino a stamattina tale ruolo era stato ricoperto da Federico Nannurelli, dopo le indicazioni dell’Anac legate alle indagini per l’inchiesta Spada, si era reso necessario un passaggio dell’incarico, affidato al dirigente Mauro Manciucca.

Poco prima delle 11,30, quindi, è stato effettuato il primo passo, con il controllo del numero delle offerte e della documentazione amministrativa allegata sull’apposita piattaforma telematica. Da un lato, come anticipato, una cordata tutta ternana, con CoopSocialeAlis in Ati con Miralago srl, Let’s Travel srl, Tibi srl e CoopSociale Actl. Dall’altro,Umbria Risorse spa, capofila del gruppo composto da Vivaticket spa, Coop Monte Meru, Coop Didasko e Autoservizi Troiani.
Il prossimo appuntamento è stato fissato per il 16 maggio, quando verranno effettuati ulteriori approfondimenti e, successivamente, il controllo dell’offerta tecnica e di quella economica.
Essenziale sarà la verifica della validità di tutta la documentazione, dei requisiti e delle proposte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento