Cascata delle Marmore, la corsa per la gestione sarà a quattro: un escluso dalla procedura di gara

A Vivaticket, già ammessa in prima seduta, si affiancheranno i raggruppamenti guidati da Zoe, Coopculture e Alis

Alla fine, il soccorso istruttorio ha dato il suo responso: dei cinque partecipanti alla gara per la gestione della Cascata delle Marmore e del parco archeologico di Carsulae, saranno in quattro a passare all'analisi dell'offerta tecnica e, successivamente, di quella economica. 
Dopo il controllo della documentazione amministrativa nel corso della prima seduta pubblica, infatti, per quattro dei cinque partecipanti era scattato il soccorso istruttorio , ossia l'integrazione di documentazione incompleta o mancante. Per l'rti che vedeva Gebart e il Consorzio Francesco's Way, la documentazione non è stata ritenuta regolare, e i partecipanti sono stati esclusi. Almeno per adesso.

Gebart esclusa per il PassOe

Il responso è arrivato questa mattina, presso l'Ufficio gare del Comune di Terni, dove si è svolto il controllo della documentazione. Se per gli altri partecipanti le integrazioni hanno soddisfatto la commissione, per Gebart i documenti inviati non sono stati considerati "probanti". Il problema riguardava la mancanza del PassOe - documento essenziale per essere ammessi alla procedura - sia per la capofila che per la mandante Francesco's Way. Raffaella Rossi, in rappresentaznza del raggruppamento, ha evidenziato come il problema avesse riguardato l'impossibilità di generare il documento dal sistema stesso dell'Anac. Per questo nella documentazione inviata era stato inviato il "ticket" aperto con l'Anac, ritenuto però insufficiente, e che ha quindi determinato l'esclusione della concorrente.
Non si escludono eventuali ricorsi, come ha evidenziato Luca Tabarrini: "Se dovesse esserci un ricorso e se ci sarà presentata una documentazione chiara in merito all'effettiva correttezza della procedura per la generazione del PassOe, il Comune potrà valutare una riammissione in via cautelativa, ma dovranno esserci tutte le carte in regola"

I prossimi passi

Al momento, quindi, la corsa sarà a quattro: Vivaticket - capofila della gestione in scadenza il 31 agosto - ha scelto stavolta di partecipare da sola, ed era stata ammessa alle fasi successive senza soccorso istruttorio; la cooperativa Zoe in rti con Csmu, Ennegi e Autoservizi Troiani; CoopCulture con la cooperativa Luigi Carli di Orvieto e CoopSociale Alis insieme ad Actl e Let’s travel srl.
Già lunedì sarà nominata la commissione per la valutazione delle offerte tecniche e, successivamente, sarà convocata una nuova seduta pubblica per le offerte economiche. In teoria, la nuova gestione dovrebbe partire dal 1° settembre, ma dagli stessi uffici comunali non mancano le perplessità rispetto aun passaggio di consegne da effettuare tra un sabato e duna domenica in altissima stagione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento