menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di Giacomo Sirchia

foto di Giacomo Sirchia

I turisti scelgono la Cascata delle Marmore, record di accessi per il sito ternano. La novità navetta porta ulteriori benefici

Il post emergenza Coronavirus conferma il trend per le attrazioni di prossimità e all’aria aperta. Boom di visitatori a luglio e nel week end appena terminato

Un orgoglio tutto ternano che sta letteralmente trascinando il settore, post emergenza sanitaria. Il boom di turisti alla Cascata delle Marmore conferma il trend, già emerso nelle precedenti settimane. In questa estate anomala, caratterizzata dalle conseguenze della pandemia, le attrazioni di prossimità e all’aria aperta sono le mete predilette dai visitatori. Solo a luglio si è sfiorata quota 81 mila presenze con un incremento davvero notevole. Esaminando il medesimo mese, dell’anno precedente, era stata toccata la cifra dei 49600 ingressi. A questi vanno computati gli oltre diecimila dello scorso week end: sabato 4450 circa e 6100 domenica.

Gli effetti benefici sulla Cascata e le novità

Sono molteplici le cause che hanno portato degli enormi benefici alla Cascata delle Marmore. Notevole l’impatto mediatico, grazie a tutte le principali reti televisive italiane che le hanno dedicato almeno un servizio. Inoltre, come anticipato, il post emergenza ha rimodulato le esigenze e le necessità dei turisti i quali preferiscono le cosiddette mete di prossimità, piuttosto che uscire al di fuori dei confini regionali o nazionali. Altro aspetto preponderante la possibilità di poter visitare tutta l’area, godere dei servizi offerti e di un po' di frescura, al riparo dall’afa.

Ci sono ulteriori due novità da rimarcare. La prima, annunciata da Terni Reti, fa riferimento alla possibilità di fruire di ulteriori 250 posti sosta lunga, presso l’area ex Viscosa con apertura garantita tutti i giorni dalle 10 alle 20. Inoltre il servizio navetta che collega il Belvedere inferiore a quello superiore. Lo scorso week end sono stati staccati 845 tagliandi ed è risultato molto utile anche nel decongestionamento delle persone entrate al parco, aiutando così a garantire ulteriormente il distanziamento sociale. Come è noto, infine, a seguito dell’ordinanza firmata da Leonardo Latini c’è l’obbligo di indossare le mascherine, onde evitare di ricorrere in sanzioni pecuniarie. Una abitudine con la quale convivere in questa delicata quanto auspicata ripartenza per tutte le attività del nostro territorio.    

LA GALLERIA FOTOGRAFICA DI GIACOMO SIRCHIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento