Cedole librarie, l'assessore: "Non c'è alcun accordo tra Comune, Confartigianato e Confommercio sulla caparra da parte dei genitori"

L'assessore alla Scuola Cinzia Fabrizi chiarisce la situazione: "La notizia diffusa da alcune librerie è totalmente priva di fondamento"

L'assessore alla Scuola Cinzia Fabrizi interviene sulla cedole librarie: "Intendo rassicurare i genitori: non c’è alcun accordo tra Comune, Confartigianato e Confcommercio che prevede il versamento di una caparra in denaro da parte dei genitori al momento della prenotazione dei libri. La notizia diffusa da alcune librerie  - dice -è totalmente priva di fondamento. Il 3 giugno ho invitato la Confcommercio e la Confartigianato ad un incontro per affrontare il tema della difficoltà connessa alle cedole librarie vissuta negli anni scorsi dalle librerie e segnalata anche recentemente da una comunicazione della Confartigianato. Il problema per le librerie è di liquidità poiché devono anticipare il costo dei libri e poi  attendono dei mesi prima del rimborso da parte del Comune. Data la situazione di difficoltà del momento, ho convocato le associazioni rappresentative delle librerie per cercare una soluzione condivisa e che tenesse nella debita considerazione tutti i soggetti coinvolti. Con Mauro Franceschini (Confartigianato) e Maria Bruna Fabbri (Confcommercio) abbiamo individuato un percorso per anticipare il pagamento da parte del Comune alle librerie: entro fine giugno il Comune distribuirà alle scuole le cedole librarie auspicando che le scuole possano anticipare la distribuzione delle cedole alle famiglie. Il Comune si impegna a pagare entro 30 giorni le fatture che le librerie presenteranno, accorciando i tempi di risposta. Abbiamo anche concordato di individuare per il prossimo anno una soluzione informatizzata per rendere ancora più veloce e agevole la procedura.
Le librerie che chiedono ai genitori di anticipare i soldi al momento della prenotazione, lo fanno quindi in totale autonomia. Si tratta di una pratica commerciale di tipo privatistico che non ha e non avrebbe potuto avere  alle spalle alcun accordo con il Comune e non è corretto dichiarare il contrario.
Mi dispiace che a fronte di un incontro riconosciuto come proficuo e fattivo dalle organizzazioni rappresentative che vi hanno partecipato, siano state diffuse notizie del tutto infondate che hanno creato confusione e inutili allarmismi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Donna trans accoltellata di notte nella sua abitazione in via Battisti. Ricoverata al Santa Maria

  • Valigie di droga dal Pakistan a Terni. Decapitata la cupola dei signori dell'eroina

  • Trecento posti di lavoro ma anche una nuova clinica privata: ecco il nuovo Liberati

  • Bliz della squadra mobile, vasta operazione antidroga a Terni: “Indagine articolata e complessa iniziata oltre un anno fa”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento