Centri estivi a Terni, arrivano i soldi del Governo per sostenere le famiglie e le strutture

Oltre 258mila euro a fronte di una popolazione fra 3 e 14 anni di circa 9.800 minori. Grimani (Italia Viva): sostegno di grande rilevanza, brava la ministra Bonetti

L’apertura dei centri estivi dopo la grande sofferenza della quarantena è stata aspettata dalle famiglie con la stessa frenesia con cui, quando si è piccoli, si attende l’arrivo di Babbo Natale. Una buona notizia, resa ancora migliore dal contributo che il Governo ha stanziato a favore della riapertura delle strutture destinate ai minori con età compresa fra 3 e 14 anni.

Complessivamente, Roma ha stanziato un fondo prossimo ai 135 milioni di euro a disposizione di tutti i comuni italiani. La quota spettante all’Umbria ammonta a 2,2 milioni di euro. Di questi, 258.300 sono a disposizione del Comune di Terni che conta una popolazione 3-14 anni di poco più di 9.800 bambini. A Narni spettano risorse per circa 42 mila euro (1.600 bambini) ad Orvieto circa 46mila euro (oltre 1.700 bambini) e ad Amelia – per citare qualche esempio – 28mila euro per poco più di mille bambini.

Ora spetterà ai comuni indicare le modalità attraverso le quali distribuire le risorse che comunque saranno utilizzate per la gestione dei centri estivi e per il sostegno delle rette a favore delle famiglie.

“In un periodo di grande difficoltà per le famiglie, soprattutto quelle con minori che hanno più di altre subito gli effetti del lockdown – commenta Leonardo Grimani, senatore di Italia Viva - appare di grande rilevanza il sostegno del governo per la riapertura dei centri estivi e per la lotta alla povertà educativa. Grazie al lavoro straordinario della brava ministra Elena Bonetti di Italia Viva, i centri estivi stanno aprendo nei comuni con il sostegno del Governo. Ben 135 milioni di euro destinati nel riparto a tutti i comuni italiani. All’intera Umbria vanno 2.2 milioni, al Comune di Terni vanno 258.300 euro e al Comune di San Gemini, nel quale risiedo, 12mila euro per 470 bambini circa in età 3-14. Appare questo un provvedimento di grande rilievo sociale che farà il bene dei più piccoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento