Centro nautico di Piediluco Paolo D’Aloja, parte il restyling della struttura

L'assessore Melasecche dichiara: "L’impresa si è impegnata ad iniziare questi lavori di rifacimento completo dell’impiantistica nei primi giorni di settembre appena la Federazione renderà disponibile lo spazio"

foto di repertorio

Un incontro, quello svoltosi nella mattinata odierna, tra l’assessore allo sport Elena Proietti, l’assessore ai lavori pubblici Enrico Melasecche e il presidente FIC Giuseppe Abbagnale per ufficializzare l’inizio dei lavori. Il centro nautico ‘Paolo D’Aloja’ è pronto ad un’opera di restyling che riguarderà l’adeguamento, la riqualificazione e il potenziamento della struttura.

Enrico Melasecche: “L’impegno del comune sarà massimo”

“Siamo soddisfatti di essere riusciti anche in questo caso – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Enrico Melasecche – a garantire l’inizio degli interventi secondo i tempi che avevamo annunciato. I lavori riguardano la messa a norma, il risanamento e la riqualificazione tecnologica, energetica nonché l’eliminazione delle barriere architettoniche dell’edificio adibito a Centro Federale di canottaggio. Questo consentirà anche alla Federazione di migliorare l’offerta dei servizi per le prossime gare. L’impresa si è impegnata ad iniziare questi lavori di rifacimento completo dell’impiantistica nei primi giorni di settembre, appena la Federazione renderà disponibile lo spazio. Inoltre – sottolinea l’assessore - intende concluderli per Natale, con qualche mese in anticipo rispetto alla primavera 2020 in cui il presidente Abbagnale ha annunciato l’inizio delle numerose gare che si svolgeranno a Piediluco nell’anno olimpico 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’impegno del Comune sarà massimo, anche nel sollecitare la Regione alla firma dell’accordo di programma, quello sottoscritto unitamente alla Fondazione CARIT, per la realizzazione degli altri lavori di ampliamento che, come stazione appaltante, la Regione si era impegnata a portare a termine per circa un milione di euro. Urge predisporre un cronoprogramma da rispettare. Il Comune si rende disponibile per collaborare al meglio e vigilare affinché l’occasione di poter ospitare i mondiali prossimi non venga persa da possibili ritardi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento