rotate-mobile
Attualità

CSI Terni, Raffaela Sabatini: “Educare attraverso lo sport è la nostra mission. Abbiamo quasi duemila tesserati”

La Presidente a metà del secondo mandato: “Stiamo tenendo botta rispetto alle criticità legate ai rincari energetici. Il nostro Comitato è concessionario di un impianto sportivo comunale dal 2020 e, dopo la pandemia, negli ultimi quattro mesi sono arrivate bollette, dell’ammontare di quasi 5 mila euro”

Un movimento in grande crescita ed espansione che può contare, allo stato attuale, quasi duemila tesserati. Il Centro Sportivo Italiano è una solida realtà a livello nazionale ed anche a Terni, dopo vari commissariamenti, dal 2016 è operativo grazie all’impegno di tanti volontari, rappresenta un fiore all’occhiello del territorio. A tal proposito, l’ente di promozione sportiva annovera le seguenti discipline praticate – a livello amatoriale – come calcio a 5, calcio a 7, volley, padel e basket.  Inoltre svolge anche corsi per principianti e livello avanzato di balli latino americano e burraco, come attività collaterali.

Ad intervenire alla nostra redazione di www.ternitoday.it la presidente Raffaela Sabatini la quale, nel corso del 2021, è stata confermata al vertice dell’ente di promozione sportiva a livello provinciale ed è stata eletta anche consigliere nazionale: “Sono stati sei anni piuttosto intensi – esordisce con un sorriso – e stiamo raccogliendo i frutti di quanto seminato, nonostante il periodo di stop dettato dalla pandemia che ha rallentato il nostro percorso di crescita”.

Numeri e discipline proposte ai tesserati: “Abbiamo la CSI Terni League con sessanta squadre che vi partecipano tra calcio a 5 e calcio a 7. Il nostro deus ex machina è Marco Rompietti che, della sua passione ne ha fatto un lavoro. Oltre a curare tutte le grafiche, gli speciali ed approfondimenti, i video, le foto e gli articoli sul nostro sito, conduce anche, per conto del CSI, una puntata che va in onda tutti i lunedì ore 20.30 su Am Terni Television, molto seguita. Il segreto? Dare rilevanza a tutti gli eventi sportivi amatoriali, che organizza il CSI, come se fossero eventi professionistici. Siamo inoltre partiti con il campionato Open di volley con dieci squadre di Terni oltre una squadra di Norcia che siamo stati ben felici di accogliere. E' infatti, un'occasione per condividere i sani valori dello sport, anche oltre il perimetro di gioco, accade infatti che, nelle trasferte a Norcia, si vada tutti a pranzo insieme in amicizia. Promuovere lo sport come momento di educazione, crescita, impegno ed aggregazione sociale è la nostra mission”.

I tornei in partenza: “Partiranno a breve il campionato Terni Padel League e quello di basket. Inoltre collaboriamo con l'associazione di volontariato Sosteniamo Terni, per supportare il progetto ‘Aiutiamo Flavia’ , organizzando eventi sportivi per la raccolta fondi, come ad esempio la sedici ore di volley, calcio e padel che partiranno a gennaio. Posso dire che Terni è una città molto sensibile agli eventi di solidarietà e beneficenza, lo abbiamo constatato in diverse occasioni in particolare quando abbiamo organizzato un torneo di padel per l'acquisto di un defibrillatore da donare alla scuola Giovanni XXIII e la partecipazione è stata talmente alta che ne abbiamo acquistati due".

 A metà del secondo mandato: “Se credi in ciò che fai e ci metti passione, determinazione ed impegno, i risultati arrivano.  A tal proposito ritengo che sia fondamentale fare rete comunicando con le altre realtà territoriali: da soli non si va da nessuna parte. C’è voluto un grande impegno per affermarsi sul territorio, ma oggi ci riconoscono e ci chiedono la nostra collaborazione e ciò  è un motivo di enorme soddisfazione. Ora l’obiettivo è consolidare tale realtà senza mai dimenticare i principi ed i valori del CSI,  il fair play ed il rispetto delle regole".

Il Centro Sportivo Polifunzionale Diego Bianchina come punto di riferimento: “Abbiamo spostato lì la nostra sede operativa e legale. Lo abbiamo messo in sicurezza e ristrutturato, non solo abbiamo rifatto il campo di calcio a 7 esistente, ma anche il manufatto del circolo che era ridotto in pessime condizioni. Oltre alla Terni League è utilizzato anche dalle squadre giovanili  della San Giovanni Bosco e della Campomaggio.  Mentre durante l'orario scolastico lo abbiamo messo a disposizione della scuola elementare Cianferini, per lo svolgimento dell'ora di motoria e per l'ora di ricreazione. Infatti abbiamo adibito uno spazio polifunzionale affinché possano trascorrere l'ora di ricreazione, in tutta sicurezza”.

Presidente come state affrontando le criticità legate ai rincari energetici? “La somma degli importi delle bollette, risalenti alle ultime quattro mensilità, ammonta a quasi 5 mila euro. In primis, abbiamo fatto un’approfondita indagine di mercato a seguito della quale abbiamo deciso di cambiare gestore, affidandoci a chi, attualmente, attua una tariffa più bassa, poi vedremo se ci saranno sostegni da parte dell'amministrazione. E' chiaro che tali costi non possono ricadere sulle famiglie, fermo restando che, qualora questa gravosa situazione si dovesse prolungare oltremodo, dovremmo adottare nuove misure,  quantomeno in ottica di lungo periodo, attraverso la concertazione con le parti direttamente interessate. La tutela delle nostre società e dello sport di base – conclude Raffaela Sabatini – è la nostra priorità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CSI Terni, Raffaela Sabatini: “Educare attraverso lo sport è la nostra mission. Abbiamo quasi duemila tesserati”

TerniToday è in caricamento