rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Attualità

Brillano gli chef ternani ai Campionati italiani di cucina: “Nuove sfide da provare che danno la giusta carica”. Un tris che fa la differenza

Protagonisti a Rimini gli chef Federico Manzini, Angelo D’Acquisto e Luca Quintarelli che hanno ottenuto la medaglia d’argento

Una squadra ternana protagonista ai Campionati italiani di Cucina. La manifestazione si è svolta dal 18 al 20 febbraio presso Rimini Expo Center Italy e poteva contare sulla presenza di circa 650 professionisti, provenienti da tutta la penisola. E’ possibile cimentarsi in diverse specialità da preparare, abbinate ad altrettante categorie sulle quali confrontarsi.

I professionisti Federico Manzini (titolare del ristorante La Taverna della Fortezza), Luca Quintarelli ed Angelo D’Acquisto (chef la Chiusetta) hanno conquistato la medaglia d’argento, sfiorando l’oro non raggiunto per pochissimi punti, nella categoria street food. Per i primi due menzionati si tratta di un bis, dopo aver conseguito il secondo posto – lo scorso anno – sempre ai medesimi campionati. La squadra è stata denominata G’U’sto per due motivazioni: la lettera G riprende il termine giusto mentre la U da risalto all’Umbria, regione protagonista del piatto.

Al termine della manifestazione chef Federico Manzini ha dichiarato: “È sempre bello partecipare a delle competizioni perché ti dà la carica di provare nuove cose. Quest'anno non ero intenzionato a partecipare poiché, da poco, ricopro un ruolo all'interno del direttivo della Federazione Italia Cuochi nel reparto cerimoniale. Le cose da fare ed organizzare per l'evento dei campionati erano molte. Tuttavia la squadra di Angelo era rimasta senza due elementi ed il sottoscritto si è messo nuovamente in gioco, nonostante gli impegni afferenti alla comunicazione social della Federazione”.

Un tris di finder food che ha fatto la differenza. Sono stati proposti in scaletta altrettanti prodotti, due di questi confezionati come caldi. Gli chef hanno preparato una sfogliatella con cavolfiore, pecorino e pancetta croccante ed un panino ai sette cereali con crema di peperoni, bombetta di maiale e pecorino con peperoni, cipolle ed olive taggiasche. Per concludere il ‘dolce ricordo’ ideato con l’avanzo della pasta sfoglia utilizzata nella preparazione calda andando a produrre una girella al cioccolato. Il tutto accompagnato da un Montefalco rosso doc.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brillano gli chef ternani ai Campionati italiani di cucina: “Nuove sfide da provare che danno la giusta carica”. Un tris che fa la differenza

TerniToday è in caricamento