rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

“Autori del sapore”, così i gusti dell’Umbria hanno conquistato la Campania

L’Osteria del Trap, Casa Mattei, La Botte e La Maga: gli “ambasciatori” del cuore verde d’Italia protagonisti alla manifestazione che si è svolta a Pomigliano D’Arco

“Autori del sapore” è un evento enogastronomico che è andato in scena a Pomigliano d’Arco lo scorso 22 febbraio a cura della associazione “Gusto Territoriale” fondata dallo chef Antimo Migliaccio, Nicola D’Alessio foodblogger e consulente marketing con “Viaggia, Friggi, Ama” e lo chef e foodblogger Alfredo Condursi. conosciuto sui social come “Faccia di Cacio”.

Lo scopo dell'associazione è quello di promuovere le eccellenze enogastronomiche d’Italia esaltando le migliori aziende produttrici con eventi, interviste, concorsi e premiazioni.

L’edizione di “Autori del sapore 2024” ha visto la partecipazione di tanti chef stellati e personalità del mondo del food e dello spettacolo. L’evento è stato patrocinato dalla Regione Campania ed ha visto la presenza dell’assessore all’agricoltura Nicola Caputo.

In un appuntamento così importante non poteva mancare a commentare la serata Barbara Politi (giornalista e conduttrice televisiva Gambero Rosso) con madrina d'eccezione la presentatrice storica di Mediaset, Emanuela Folliero.

Presenti alla manifestazione, come ambasciatori dell’Umbria, l’intero staff de “l’Osteria del trap” di Ferentillo con Simone Camillucci chef e la famiglia Trotti al completo, Carlo, Umberto e Fjorda.

Con loro l’astro emergente, la giovane Valentina Trotti, che ha conquistato tutti per l’innata naturalezza con cui si destreggia in cucina tra i fornelli. Valentina già lo scorso anno, nonostante fosse la più giovane, si è classificata al secondo posto a Catania nella competizione Miglior chef d’Italia junior.

Sempre dalla Valnerina, Gina Vannucci agrichef, titolare dell’azienda agrituristica biologica “Casa Mattei” di Arrone, nota per la sua ottima produzione di olio evo biologico e vino con cui ha cucinato la sua proposta.

Da Castel dell’Aquila il ristorante “La Botte” di Mirco ed Elena, conosciuto per piatti a base di selvaggina e cucina tipica.

Non poteva mancare il giovane chef Daniele Rubini, che dopo aver girato l’Italia, l’Australia e la Corsica, ha deciso di aprire un ristorante nel castello di Strettura “La Maga”, proponendo piatti tipici umbri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Autori del sapore”, così i gusti dell’Umbria hanno conquistato la Campania

TerniToday è in caricamento