Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

Cinghiali a Terni, al via i sopralluoghi tra le aree urbane interessate: “Un programma che conduca alla soluzione più idonea”

L’assessore Giovanna Scarcia ha partecipato al tavolo tecnico coordinato dalla Prefettura. Le decisioni concordate per far fronte alla problematica

Sono sempre più frequenti gli avvistamenti di cinghiali in città. Gli ungulati, muovendosi spesso a piccoli gruppetti, rischiano di mettere a repentaglio la sicurezza e l’incolumità dei singoli, passeggiando tra le strade trafficate della semiperiferia. Nel corso della mattinata di mercoledì 13 gennaio si è tenuto un tavolo tecnico coordinato dalla Prefettura. All’interno dello stesso è stata presa, tra le altre, tale decisione ossia: “Da lunedì gli ispettori faunistici della Regione insieme alla polizia locale e ai carabinieri forestali ispezioneranno tutte e aree urbane interessate dalla presenza di cinghiali per verificare innanzitutto il numero degli esemplari vaganti”.

A tal proposito l’assessore Giovanna Scarcia ha dichiarato: “Il tavolo è stato convocato appositamente per affrontare il problema della presenza dei cinghiali in area urbana, con tutti i rischi conseguenti per la sicurezza della circolazione”. Oltre al comune ed ai rappresentanti delle forze dell’ordine, hanno preso parte al tavolo la Regione Umbria (Servizio organizzazione attività venatoria), il Servizio veterinario dell’Usl Umbria 2 e l’A.T.C. Ambito Territoriale di Caccia – n. 3.

“L’obiettivo – conclude l’assessore Scarcia – è di concordare e porre in essere un programma che, per passaggi successivi, ma nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di fauna selvatica - che prevede gradualità degli interventi e individua l’abbattimento come misura estrema - conduca nel più breve tempo possibile alla soluzione più idonea, che verrà concordata tra le varie potenzialmente percorribili, già discusse”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinghiali a Terni, al via i sopralluoghi tra le aree urbane interessate: “Un programma che conduca alla soluzione più idonea”

TerniToday è in caricamento