Città della salute e ospedale, la Regione snobba il Comune

A vuoto il tentativo di audizione dell'assessore Barberini in seconda commissione, consiglieri sulle barricate: "La sanità ternana non interessa a nessuno"

Nel mirino l'assessore Barberini

Città della salute e ospedale, la Regione snobba il Comune. A nulla sono valse le telefonate alla segreteria per fissare l'audizione in seconda commissione con l'assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini. Così nella seduta di questa mattina la commissione ha deciso di inviare un invito formale sia a Barberini che ai direttori generali di Asl Umbria 2 e azienda ospedaliera "Santa Maria" per poter discutere degli atti di indirizzo presentati da maggioranza e opposizione sul progetto della Città della salute ma più in generale dei problemi della sanità ternana a fronte delle continue polemiche sul futuro dell'ospedale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'audizione dovrebbe tenersi presumibilmente il 17 dicembre. "Ritenevamo che su questioni fondamentali come la salute dei cittadini ternani - commenta il presidente della seconda commissione, Orlando Masselli - non si dovesse arrivare a percorrere canali così formali, ma evidentemente la modalità di approccio informale e collaborativa non è stata ritenuta sufficiente”. “La mancata risposta da parte dell’assessore regionale – sostiene il consigliere Claudio Fiorelli del Movimento 5 stelle -  rappresenta l’ennesimo esempio di come a Perugia non vengano presi in considerazione argomenti fondamentali come la salute dei cittadini di Terni. Questo atteggiamento induce a riflettere su come sarà l’andamento futuro e quali saranno le scelte che riguarderanno il nostro territorio, l’assetto dell’ospedale e della Asl di domani". “Il silenzio proveniente dall’assessore Barberini - aggiunge Sergio Armillei della Lega - è la dimostrazione che la sanità a Terni non interessa a nessuno. Questo silenzio non è diretto solo nei nostri confronti, ma anche verso l’ospedale e la Asl con i quali è stato tenuto lo stesso atteggiamento di poca attenzione. Noi abbiamo il dovere di incontrare Barberini per capire quale siano le vere intenzioni sulla Città della salute e sui tanti aspetti della sanità che attendono risposte esaustive. Altrimenti proporremo una politica sanitaria diversa”.  “Trovo estremamente grave disattendere le richieste provenienti da una commissione – dichiara il consigliere di Terni Civica Michele Rossi -  ho paura che ci sia la volontà precisa di sviare da un argomento così importante per la città come la salute". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento