Collescipoli, soste selvagge e rifiuti abbandonati: “Elevate cento sanzioni all’interno della frazione”

L’assessore Giovanna Scarcia risponde alle sollecitazioni del capogruppo Alessandro Gentiletti dopo le segnalazioni provenienti da alcuni residenti

foto di repertorio

Soste selvagge, abbandono di rifiuti su luogo pubblico sono alcune delle problematiche sollevate dal capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti. L’assessore alla polizia municipale Giovanna Scarcia, sollecitata a tal proposito, ha risposto all’interrogazione scritta presentata dal consigliere e formalizzata durante l’emergenza sanitaria.

L’assessore ha rimarcato come, durante le settimane di lockdown, non ci siano stati episodi in tal senso di sosta selvaggia o particolari problemi di viabilità. Per ciò che concerne i chiarimenti su soste non autorizzate Giovanna Scarcia si è avvalsa di dati riscontrati dall’attività della polizia locale all’interno della frazione. Nel corso del 2019 sono state elevate cento sanzioni così distribuite: via Granati, 26 verbali per “divieto di sosta”; corso Garibaldini, 22 verbali per “divieto di fermata”; piazza della Rocca, 28 verbali per “divieto di fermata”; piazza San Nicolò, 18 verbali per “circolazione e sosta in area pedonale”; piazza Risorgimento, 4 verbali per “circolazione e sosta in area pedonale”; via Villa Glori, 2 verbali per “divieto di fermata”. Inoltre l’amministrazione comunale provvederà: “Compatibilmente con le risorse a disposizione, il potenziamento della segnaletica stradale, verticale ed orizzontale nel tratto ultimo di via Pizzutella” situata nel cuore del centro storico.

Rifiuti abbandonati

Sempre nel corso del 2019 sono stati emessi i seguenti verbali: un verbale, per violazione dell’art. 30, c. 12 Regolamento 290/2016 – “deposito rifiuti suolo pubblico”; un verbale, per violazione dell’art. 231, c. 1 e 2 e art. 255, c. 1, D. Lgs 152/2006, per “deposito incontrollato di rifiuti”; due verbali, per violazione dell’art. 256, c. 2, D. Lgs. 152/2006, per “abbandono di rifiuti”. Le aree ritenute sensibili e a rischio sono oggetto di ricognizione puntuale. L’aggiornamento sarà costante, sia a fronte di segnalazioni dei cittadini che di indagini interne. Il consigliere Gentiletti, all’interno della sua interrogazione, aveva posto in essere la zona che intercorre tra il nuovo e vecchio impianto sportivo come sensibile. In tal senso verrà inserita nel programma di controllo strumentale.

GLI INTERVENTI PER COLLESCIPOLI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento