rotate-mobile
Attualità

Comune di Terni, bilancio Asm: “Debito sceso a 95 milioni. Quasi quattrocento dipendenti e 14 nuovi occupati”

Le nuove fontane di acqua per l’erogazione di acqua liscia, frizzante e leggermente frizzante hanno consentito un risparmio di 21 tonnellate di bottiglie di plastica. I dettagli del bilancio

Un bilancio di sostenibilità, relativo al 2021, ed afferente all’Azienda Servizi Municipalizzati. Nel corso della mattinata di oggi, lunedì 4 luglio, si è svolta una conferenza stampa di presentazione del documento, alla quale hanno partecipato il sindaco Leonardo Latini, l’assessore Orlando Masselli, il presidente di Asm Mirko Menecali ed il consigliere Franco Diomedi.

Durante l’intervento il primo cittadino di Terni Leonardo Latini ha dichiarato: “Ringrazio il presidente Mirko Menecali e il consiglio d’amministrazione per la predisposizione di questo primo bilancio di sostenibilità. Una dimostrazione di come l’azienda intenda procedere verso il futuro, restando attenta non solo alle questioni economiche, ma anche a quelle ambientali e sociali. L’obiettivo di Asm non è solo fare utili, ma sviluppare contemporaneamente innovazione, con ricadute sociali positive sul territorio”.

Il presidente Mirko Menecali, presentando il bilancio di sostenibilità, ha ribadito che Asm: “E’ stata finora e sarà un’azienda che mette al centro lo sviluppo economico del territorio.” Gli amministratori hanno ricordato come: “Il debito di Asm ereditato dal nuovo cda nel 2018 fosse di 127 milioni di euro, mentre oggi il debito è sceso a 95 milioni e l’Asm è tornata a fare utili. Allo stesso tempo – come ha sottolineato il presidente Menecali – grande cura è stata riservata agli aspetti di sostenibilità ambientale e sociale. Per questo nel primo bilancio di sostenibilità c’è spazio per le azioni rivolte all’economia circolare, all’ambiente e all’impatto sociale”.

Ed ancora: “L’obiettivo di fondo è passare da semplice multiutility ad azienda green, ovvero ad azienda etica; migliorare la qualità della vita dei nostri clienti, dei cittadini e delle persone, pensando al futuro del territorio e alle nuove generazioni. Promuoviamo così la crescita sostenibile del territorio guidandone la transizione energetica, quella green e in generale i temi di economia circolare”.

In particolare il presidente Menecali ha ricordato le attività in campo energetico, con  la produzione di energia da fonti rinnovabili: “Grazie alla centrale di Alviano (oltre 10milioni di KW nel 2021) e agli impianti fotovoltaici; i 135mila abitanti coperti dal servizio di raccolta e trattamento dei rifiuti, con l’obiettivo del 75,4% di differenziata già raggiunto; le nuove fontane di acqua per l’erogazione di acqua liscia, frizzante e leggermente frizzante che hanno consentito un risparmio di 21 tonnellate di bottiglie di plastica nel 2021; il laboratorio di ricerca con RSE sull’energia sostenibile. Inoltre l’attenzione alla gestione delle risorse energetiche e idriche per lo svolgimento delle proprie attività; la lotta alla corruzione e la valorizzazione delle risorse umane dell’azienda, oltre che della catena di fornitura”.

Per quel che riguarda le politiche del personale: “Per il raggiungimento degli obiettivi di qualità Asm ha continuato a perseguire una politica espansiva del personale, andando ad aumentare il totale complessivo degli occupati di 14 unità, passati dai 380 del 2017 ai 394 del 2021”.

Intervento Lega

A margine della conferenza il pensiero del gruppo consiliare della Lega: "Siamo molto soddisfatti dei dati e dei contenuti del bilancio di sostenibilità di Asm illustrato questa mattina a Palazzo Spada dal presidente, dal sindaco e dall'assessore. Noi non abbiamo mai avuto dubbi sul ruolo di Asm, sulle sue enormi potenzialità che vanno al di là dei danni prodotti dalle gestioni della sinistra. Siamo perfettamente consapevoli che il lavoro di questi quattro anni, portato avanti con il sostegno attivo del gruppo della Lega, sta producendo risultati non solo in termini finanziari ma anche sul versante ambientale, occupazionale, sociale.  Siamo sicuri che ulteriori risultati si avranno da qui al 2023. Apprendiamo, inoltre, che oggi si avvia l'iter per l'aumento di quote private e il rafforzamento dell'assetto societario. È uno scenario che, per quanto finora di nostra conoscenza, era al momento solo pianificato e abbozzato nei suoi contenuti dirimenti. Ebbene – concludono - sarà nostro compito approfondire tutta la documentazione che ci verrà consegnata, mettere a fuoco i contenuti operativi, valutare e decidere, nella consapevolezza che noi tutti rispondiamo del nostro voto e che le scelte che andremo a deliberare in consiglio comunale hanno effetti rilevanti sull'azienda, sul patrimonio del comune e sulla città nel suo complesso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni, bilancio Asm: “Debito sceso a 95 milioni. Quasi quattrocento dipendenti e 14 nuovi occupati”

TerniToday è in caricamento