Comune di Terni:"Rubare in una scuola è come rubare ai bambini"

L'assessore Valeria Alessandrini dopo il furto all'Istituto Fatati di Gabelletta Cesi:"Non mi vergogno di definire delle bestie senza morale chi compie questi atti vergognosi"

Un computer portatile acquistato da poco ed un televisore donato lo scorso Natale dai genitori degli alunni. L’Istituto Fatati di Gabelletta Cesi è stato oggetto di un furto, avvenuto la scorsa notte. A tal proposito l’assessore alla scuola Valeria Alessandrini ha voluto esprimere il proprio parere in merito

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non appena contattata dalla dirigente scolastica mi sono recata presso l'Istituto Fatati di Gabelletta-Cesi che la scorsa notte è stata oggetto di un furto. A quanto mi è stato riferito – dichiara Valeria Alessandrini - il bottino trafugato consiste in un computer portatile acquistato da poco e un televisore donato lo scorso Natale dai genitori degli alunni. Trovo la situazione insopportabile e non mi vergogno di definire delle bestie senza morale chi compie questi atti vergognosi. Rubare in una scuola è come rubare a dei bambini. Un atto vile e insensato che voglio assolutamente contrastare. Sono dispiaciuta e allo stesso tempo furiosa nell'apprendere di una situazione che si perpetra ormai da molto tempo e sulla quale non vogliamo rimanere inermi. – osserva l’assessore - Siamo intenzionati ad accelerare le tempistiche del mio progetto per la sicurezza nelle scuole e mettere a frutto la collaborazione instaurata con le forze dell'ordine e il percorso già avviato dagli uffici comunali per mettere in sicurezza l'istituto Fatati, la primaria Gabelletta, l'infanzia Gabelletta, la primaria Cesi stazione e l'infanzia Cesi paese. Tali strutture, infatti, risultano già in cima alla lista degli edifici da mettere in sicurezza tramite i sistemi di videosorveglianza".
"Pur nella condizione di un dissesto economico, siamo chiamati a dare risposte concrete, difendere i bambini e il loro futuro. Ho intenzione di avviare quanto prima un bando per la ricerca di sponsor privati al doppio fine di restituire il Pc e la TV trafugata e di mettere finalmente in atto il progetto di installazione delle telecamere”. L’assessore chiude con un appello rivolto: “Al buon cuore di imprenditori, associazioni e realtà commerciali, che riceveranno un riconoscimento per il loro impegno. Chi fosse interessato può scrivere alla mail valeria.alessandrini@comune.terni.it".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento