Comune di Terni, tavolo permanente per la ripartenza della città: “Operazione di trasparenza”

La terza commissione consiliare ha discusso l’atto di indirizzo presentato dal Movimento cinque stelle riguardante le attività commerciali

foto di repertorio

Un tavolo permanente dove siano rappresentate le associazioni di categoria, libere associazioni di commercianti, ristoratori, imprenditori, i portatori di interessi comunque organizzati per individuare le migliori misure di sostegno per la ripartenza. Nel corso della terza commissione consiliare si è discusso un atto di indirizzo presentato dal Movimento Cinque Stelle. Il consigliere Federico Pasculli, dopo averlo presentato ai partecipanti, ha dichiarato: “Si tratta di un’operazione di trasparenza. Facciamo una open e vediamo se ci sono dei progetti, proposte concrete. Chiediamo se va tutto bene o se c’è qualcosa da modificare. Solo così si potrà delineare una strategia di rilancio in una direzione unica”.

Gli altri interventi

Per il gruppo Uniti per Terni è intervenuta Paola Pincardini la quale ha sottolineato come sia necessario: “Mettersi intorno ad un tavolo e discutere seriamente. Tuttavia deve essere la giunta a decidere il da farsi”. Il consigliere Michele Rossi (Terni Civica): “Mi trovo d’accordo. E’ un atto che incanala un ordine su tematiche importantissime. Il rilancio passa per scelte consequenziali dell’esecutivo. Il piano di ripartenza sta subendo dei rallentamenti, sarebbe stato più utile capire lo stato delle cose”.  

In sequenza poi Maurizio Cecconelli di Fratelli d’Italia: “Condivisibile nei contenuti, giusta la concertazione e la condivisione. Mi lascia perplesso la richiesta di istituzionalizzazione del tavolo. All’atto pratico avrei dunque qualche perplessità”. Inoltre Paolo Angeletti (Terni Immagina): “La città è poco attrattiva e il commercio ne risente. Mi giungono idee dalle varie associazioni. Se non c’è un tavolo di confronto è difficile parlarne. Partiamo da queste idee e discutiamone”. Infine Alessandro Gentiletti di Senso Civico: “Queste attività devono essere intraprese dall’assessorato. Le associazioni di categoria denunciano uno stato di indifferenza in questo momento così complesso”.

Sul tema poi ha fatto il punto della situazione Lucia Dominici di Forza Italia affermando come: “L’unico assessorato che ha intavolato delle discussioni e confronti con le associazioni è proprio quello del commercio. Sono state sempre ascoltate”. Sul finale dei lavori l’assessore Stefano Fatale ha precisato: “Il confronto non può che migliorare la situazione. Il tavolo è aperto con le associazioni, siamo disponibili. Allargarlo è complicato, ad esempio con quelle del centro storico, non per nostra volontà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento