Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Eventi a Terni: “Natale al buio. Il Comune emetta un bando a sostegno dei commercianti”. Novità pista del ghiaccio

La proposta di Confartigianato: “Un bando per incentivi a rimborso delle spese sostenute e rendicontate dalle imprese artigianali e commerciali”

Una presa di posizione ed una proposta, in vista delle Festività natalizie, ormai prossime. Arriva da Confartigianato una possibile soluzione, a seguito del bando per gli addobbi ed eventi: “Andato deserto”. Nel contempo è in fase di ultimazione la pista del ghiaccio, ormai tradizionale appuntamento per grandi e piccini, collocata in piazza della Repubblica. “Il Comune di Terni, grazie a situazioni eccezionali che hanno determinato una maggiore disponibilità poteva promuovere un Natale fortemente attrattivo che avrebbe potuto aiutare le imprese artigianali e commerciali a riprendersi dalla crisi Covid e invece si profila un Natale al buio” affermano da Confartigianato.

“Il bando per gli addobbi e gli eventi natalizi del Comune di Terni andato deserto oggi è una vicenda emblematica di come non vanno fatte queste procedure. In primo luogo – viene specificato - l’amministrazione comunale per portare al successo le procedure deve parlare la lingua delle imprese, cosa che non avviene. Molte città ormai iniziano gli eventi natalizi non l’8 dicembre, ma addirittura con il “black Friday”, che quest’anno sarà il 26 novembre. Invece a Terni gli allestimenti sono ancora lontani dall’essere realizzati. Emettere un bando di appalto a ottobre, fare la selezione a novembre per gli allestimenti che devono essere pronti a novembre stesso è evidentemente inadeguato. Il Comune di Milano per fare un esempio non appalta cioè non realizza direttamente, ma sostiene le associazioni di via che realizzano gli allestimenti tramite un bando di incentivi (quindi estremamente più agevole) che quest’anno era già emesso ad agosto”.

Ed ancora: “La scelta di realizzare direttamente e interamente a carico del Comune le luminarie in alcune vie commerciali scelte arbitrariamente dal Comune (con palese dimenticanza tra l’altro proprio delle vie che si sono tradizionalmente distinte in questi allestimenti), senza sostenere in alcun modo le luminarie delle altre vie adiacenti, non poteva non creare malumori e resistenze e un clima negativo. Occorre una macchina amministrativa comunale snella, efficace ed efficiente, capace di rispettare e far rispettare le norme senza impedire le iniziative. Occorre managerialità e certezza delle regole, non ritardi e burocrazia fine a sé stessa”.

La proposta: “Per l’immediato, al fine di salvare il salvabile, Confartigianato Terni torna di nuovo a proporre l’emissione di un bando di concorso finalizzato all’erogazione di contributi a sostegno degli operatori che realizzano luminarie e addobbi. Non un appalto, ma un bando per incentivi a rimborso delle spese sostenute e rendicontate dalle imprese artigianali e commerciali. Per l’anno nuovo invece – concludono - ci aspettiamo che la giunta Latini inizi a mettere mano alla macchina comunale per migliorare efficacia, efficienza, tempi di reazione, soddisfazione degli utenti e qualità degli atti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi a Terni: “Natale al buio. Il Comune emetta un bando a sostegno dei commercianti”. Novità pista del ghiaccio
TerniToday è in caricamento