rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Terni città pulita: arriva la minispazzatrice per vicoli, vialetti e piste ciclabili

Palazzo Spada pronto a preparare un bando da circa 140mila euro per acquistare il macchinario che poi sarà dato in uso al gestore di raccolta e spazzamento dei rifiuti: i dettagli

Si chiama “SpazziAMOTerni” il progetto attraverso il quale Palazzo Spada punta ad accedere ad un finanziamento a fondo perduto da parte dell’Auri, Agenzia regionale per i rifiuti e l’idrico, per l’acquisto di una minispazzatrice che dovrebbe contribuire a rendere la città più pulita.

La proposta progettuale “si pone l’obiettivo di incrementare il servizio di spazzamento nelle strade cittadine del centro e della periferia – spiega la scheda redatta dagli uffici comunali - incidendo in maniera specifica nelle pertinenze che per dimensioni della carreggiata stradale, non consentono l’impiego delle spazzatrici di grandi dimensioni a servizio del gestore e previste nel contratto di servizio”. Il focus in particolare si dovrebbe concentrare su “marciapiedi carrabili, piste ciclabili, porticati, vicoli, vialetti di parchi e giardini, che allo stato attuale vengono inseriti nel servizio di spazzamento manuale con l’impiego di operatore”.

Il progetto prevede l’acquisizione di una “macchina spazzatrice di piccole dimensioni e di elevata maneggevolezza, da cedere in comodato d’uso al gestore del servizio di raccolta e spazzamento, e la definizione di programmi specifici di intervento nelle aree difficilmente raggiungibili dalle

spazzatrici di grandi dimensioni (…). Una macchina spazzatrice deputata alla pulizia ordinaria del manto stradale è chiamata a svolgere un ruolo molto importante per la vivibilità quotidiana degli spazi urbani. Un lavoro di pulizia che deve necessariamente essere svolto con rapidità, minimo ingombro, al contempo garantendo praticità d’uso e costi sostenibili”.

Il progetto tiene inoltre in considerazione che “negli ultimi anni nel territorio comunale c’è stato un notevole sviluppo delle piste ciclabili e di percorsi pedonali che comportano necessariamente costi aggiuntivi per il gestore che deve garantire lo spazzamento di tutte le aree comunali”. Da qui l’idea di dotarsi di una minispazzatrice che, fornita in comodato al gestore dei rifiuti urbani, garantirebbe una serie di vantaggi come riduzione dei tempi di lavoro e dei costi e miglioramento del livello di pulizia della città.

L’investimento ipotizzato è di circa 140mila euro mentre per i tempi di realizzazione si ipotizzano 150 giorni per la fornitura e 270 per le fasi di collaudo e la definizione del programma di utilizzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni città pulita: arriva la minispazzatrice per vicoli, vialetti e piste ciclabili

TerniToday è in caricamento