rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità

Terni capitale del libro punta tutto sull’acqua: ecco il piano del Comune per prendersi il titolo

Eventi di lettura lungo la Valnerina, valorizzazione di Papigno e convegni in Bct: Palazzo Spada lavora al progetto da mezzo milione di euro

Sarà il tema dell’acqua a spingere Terni nella corsa a Capitale italiana del Libro. Dopo che nei giorni scorsi è stata ufficializzata la partecipazione di Palazzo Spada al contest nazionale del ministero della Cultura, ecco che spuntano le linee di indirizzo del progetto, che nei prossimi giorni diventerà ufficiale.   

Il tema centrale su cui si basa il progetto su cui stanno lavorando l’assessorato alla Cultura di Maurizio Cecconelli e la Biblioteca Comunale, sarà proprio l’acqua, ritenuto, giustamente, elemento storico e sociale di primo piano per la storia della città. In questo contesto, ecco che Comune e Bct puntano nel piano, che verrà presentato a breve ai tecnici scelti dal ministero, a valorizzare i percorsi limitrofi alla zona delle acque, quindi in particolare la Valnerina, la zona della Cascata delle Marmore e del Lago di Piediluco. Il tutto con l’organizzazione di eventi che coinvolgano non solo antichi borghi ma anche i tanti scenari naturalistici. Non solo, perché sul territorio Palazzo Spada vuole lavorare anche per rilanciare i locali all’interno degli stabilimenti cinematografici di Papigno, che saranno destinati a conferenze e presentazioni legati al tema dell’acqua e anche dell’ingegneria civile e industriale idrica, che proprio nell’area di Papigno trova ulteriore sviluppo. Il progetto dunque nei prossimi giorni verrà chiuso ufficialmente e consegnato direttamente sul tavolo del ministro Gennaro Sangiuliano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni capitale del libro punta tutto sull’acqua: ecco il piano del Comune per prendersi il titolo

TerniToday è in caricamento