Tre rate e sconti, ecco cosa ha deciso il Comune di Terni per la tariffa sui rifiuti

La delibera della giunta municipale prevede tre scadenze a giugno, settembre e novembre e un eventuale conguaglio da “spalmare” in tre anni. Per il 2020 si pagherà il 90% dello scorso anno

Tre rate, sconti sulla bolletta, un possibile conguaglio ed eventuali riduzioni per quelle categorie “danneggiate” dall’emergenza Coronavirus.

Sono queste le decisioni principali che l’amministrazione comunale di Terni ha assunto in materia di Tari, la tariffa sui rifiuti per il 2020.

È di oggi la delibera ratificata dall’esecutivo di Palazzo Spada che verrà sottoposta all’esame del consiglio comunale per l’approvazione definitiva e nella quale vengono indicati termini di versamento, la percentuale di importi da pagare e tutte le altre modalità per regolarizzare la tariffa.

Le scadenze vengono fissate al 30 giugno, 30 settembre e 30 novembre con la possibilità di saldare il totale in un’unica soluzione al 30 giugno.

In fase di approvazione del piano economico finanziario, verranno indicate eventuali riduzioni riservate a “titolari di utenze non domestiche soggette alla chiusura totale o parziale per effetto delle misure dirette a contrastare l’emergenza sanitaria” e a “titolari di utenze domestiche che abbiano quale unica fonte di reddito attività individuali o imprenditoriali soggette alla chiusura totale o parziale per effetto delle citate misure di contrasto dell’emergenza sanitaria”. Le riduzioni tariffarie verranno applicate “per la durata dei periodi di inattività e con riferimento alla quota variabile entro la scadenza dell’ultima rata, in relazione al servizio pubblico reso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda le tariffe, per il 2020 resteranno in vigore quelle dello scorso anno. Ai contribuenti verranno inviate “richieste di pagamento per il 2020 nella misura pari al 90% dell’importo dovuto per l’anno 2019 (…) l’eventuale conguaglio – spiega la delibera - verrà quantificato con l’approvazione del Pef 2020, con possibilità di ripartirlo in tre anni a decorrere dal 2021”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento