Lunedì, 26 Luglio 2021
Attualità

Concorsi pubblici al comune. Ventotto posti per varie figure professionali, arrivano i bandi: "Opportunità per la città"

Le professionalità ricercate sono quelle di geometra, perito industriale, istruttore di vigilanza, coordinatore di vigilanza

foto di repertorio

Ventotto posti a disposizione per varie figure professionali. Gli schemi di bando sono stati approvati e tutti riferiti verso l’esterno anche se, per la vigilanza, è indicato anche un numero riservato agli interni. Le professionalità ricercate, attraverso le procedure di concorso pubblico, sono le medesime: geometra (tre posti), perito industriale (due), istruttore di vigilanza (diciotto), coordinatori di vigilanza (cinque con riserva agli interni) per complessive ventotto assunzioni previste. 

I requisiti richiesti

Il prossimo 26 gennaio verranno pubblicati i quattro bandi. Per ciò che concerne la posizione di geometra è richiesto nei requisiti, tra l’altro: “Il diploma di geometra (la laurea triennale, specialistica, magistrale, diploma di laurea vecchio ordinamento in ingegneria civile o in architettura, ed equipollenti, assorbe il requisito del titolo di studio)". Sono previste tre prove scritta, pratica ed orale. Il diploma di Istruzione secondaria, di secondo grado di perito industriale, è il requisito necessario per poter partecipare al concorso di perito industriale. Anche in questo caso tre le prove da sostenere.

Piuttosto circoscritti e specifici i requisiti per partecipare al bando per istruttore di vigilanza. Si legge, tra gli altri: “Essere in possesso dell’idoneità psico/fisica ed attitudinale incondizionata, al servizio di polizia municipale e specificatamente al servizio operativo esterno articolato su tutte le fasce orarie”. Inoltre “Essere in possesso di patente di abilitazione alla guida di categoria ‘A’ e ‘B’, oppure di sola categoria ‘B’ se la patente è stata rilasciata anteriormente al 26 aprile 1988”. Infine, per ciò che concerne i coordinatori di vigilanza, alcuni requisiti vengono riportati anche in quello precedente. Inoltre evidenziamo, tra gli altri, l’aver conseguito una: “Laurea triennale, laurea specialistica, laurea magistrale di cui al nuovo ordinamento universitario. In alternativa il diploma di laurea di cui al vecchio ordinamento universitario in: Giurisprudenza; Scienze politiche; Economia e commercio; Scienze statistiche, demografiche ed attuariali; Scienze economiche e sociali; Scienze economiche e bancarie, ed equipollenti”.

L'intervento di Giovanna Scarcia

L’assessore al personale Giovanna Scarcia afferma a riguardo: “Abbiamo già provveduto ad assumere due operatori - categoria protetta – mediante l’ex ufficio di collocamento. Secondo lo schema approvato, tre bandi appartengono alla categoria C mentre uno alla categoria D (coordinatore di vigilanza). Come previsto da tali profili giuridici nel primo caso non si richiede, tra i requisiti, la laurea mentre nell’altro è richiesta. All’interno poi ci sono i profili economici e le relative progressioni interne”. I bandi: “Sono tutti rivolti verso l’esterno – tiene a precisare l’assessore – anche se per ciò che concerne la polizia locale è previsto un numero riservato anche agli interni”. Assunzioni e concorsi: “Si tratta della coda del piano di fabbisogno del personale, dello scorso anno. Quello nuovo lo stiamo costruendo. Intanto abbiamo già dato parziale esecuzione con le progressioni verticali, le conversioni e le assunzioni dei dirigenti, completate a dicembre. Ora, in base alla capacità funzionale potremo concertare le nuove assunzioni, individuando numero ed i profili da selezionare”.

“Ci siamo riservati di fare una preselezione – aggiunge l’assessore – qualora venga superata la soglia degli ottanta candidati per ogni singolo bando. Stiamo valutando anche la possibilità di utilizzare piattaforme da remoto, causa emergenza sanitaria. Per la parte che riguarda la polizia locale c’è da superare una prova di efficienza fisica, la cui inidoneità non permette la partecipazione alla selezione”. L’obiettivo duplice da perseguire: “Un giusto equilibrio nel garantire un’opportunità, da un punto di vista occupazionale, alla città e contemperare alle necessità dell’ente”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi pubblici al comune. Ventotto posti per varie figure professionali, arrivano i bandi: "Opportunità per la città"

TerniToday è in caricamento