Da concorsopoli ad un posto in assessorato, la Regione replica su Casciari: opportuno cambio di ruolo

La nota di Palazzo Donini dopo il caso sollevato da Terni Today: "Si tratta di una collaborazione ordinaria e non di una nuova assunzione"

Riceviamo e pubblichiamo una nota diffusa da Palazzo Donini sulla vicenda del dottor Andrea Casciari, imputato nel procedimento per le assunzioni sospette in sanità e al quale è stato affidato un ruolo in seno all’assessorato regionale alla sanità.

Appare fuorviante la ricostruzione in merito alla collaborazione temporanea del dottor Andrea Casciari presso la direzione salute e welfare della Regione Umbria. Non si tratta né di nuova assunzione né di promozione, ma di un opportuno cambio di ruolo. 

Il dottor Casciari era e resta un dipendente dell’Azienda ospedaliera di Perugia, assunto precedentemente all’insediamento di questa Giunta. Infatti alla conclusione del suo incarico, non rinnovato, quale commissario dell’azienda ospedaliera di Terni, l’attuale amministrazione ha deciso, in un’ottica di massima trasparenza e rigore, di inserirlo in un nuovo ruolo, non gestionale, legato all’emergenza Covid. 

LEGGI | Lo “strano caso” del dottor Casciari

La collaborazione prevista quindi con la delibera 755/2020 si inquadra nel contesto descritto e riveste carattere di ordinarietà, un cambio di ruolo e non, come già detto, di nuova assunzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è inoltre vero che il compenso previsto per i tre mesi collaborazione sia di 84.000 euro. Gli emolumenti sono gli stessi percepiti e decisi in passato. Si evince infatti dalla delibera, senza ombra di dubbio, che tale cifra si riferisce al compenso annuo lordo totale percepito dal dottor Casciari per la sua attività ordinaria e che la Regione, in quote mensili, rinfonderà all’azienda solo per la durata e proporzionalmente all’entità della suddetta collaborazione in ottica Covid. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus prima casa, fino a quarantamila euro a fondo perduto: c'è il bando, domande fino al 15 ottobre

  • Lugnano, un'edicola acquistata da un mese già rischia di chiudere: "Mi avevano detto che era tutto a posto"

  • Rissa in pieno centro a Terni tra lo stupore dei passanti, giovane trasportato all’ospedale

  • Chiude storica attività commerciale di Terni: “Un punto di ritrovo per i tifosi e i frequentatori del mercatino”

  • Flavio e Gianluca, la “lezione” non è servita. E il metadone di Terni continua a fare “vittime”

  • Pomeriggio da incubo in zona stazione di Terni: fugge dai controlli e ne nasce un parapiglia sotto gli occhi dei presenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento