menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Le conseguenze della crisi anche a Terni. Cittadini ed imprese sovra indebitate: “Uno sportello gratuito a supporto”

Il Movimento Cinque Stelle presenta un atto di indirizzo: “Il rischio di essere vittime di usurai è concreto per i cittadini in difficoltà”

Uno sportello pubblico, a supporto dei cittadini e delle micro-piccole imprese sovra indebitate, presso il segretariato sociale del comune. I consiglieri del Movimento Cinque Stelle hanno sottoscritto un atto di indirizzo, presentato nella seduta da remoto dell’assise, volto a tutelare tutti quei privati che si trovano in condizioni di difficoltà. I pentastellati ricordano come: “La pandemia abbia portato con sé una profonda crisi economica e sociale, aumentando le situazioni di disagio e di povertà già esistenti. Contestualmente molti cittadini appartenenti a svariate categorie professionali, hanno perso il lavoro”. Inoltre: “La legge salva suicidi ha introdotto misure strutturali dedicate alle esigenze, non solo dei soggetti che hanno subito o rischiano di subire le azioni delittuose di usurai ed estorsori, ma che più in generale vengano a trovarsi nella incolpevole incapacità di adempiere regolarmente alle obbligazioni assunte”.

I consiglieri affermano come: “L’esperienza maturata in questi anni, ha evidenziato la concreta complessità della procedura, nonché una scarsa conoscenza della stessa per il mancato orientamento informativo alle piccole imprese, e più in generale ai cittadini, sull’esistenza di strumenti alternativi, destinati a proteggere queste persone. E’ dunque necessario evitare che le difficoltà economiche si trasformino in un dramma sociale, accentuato oggi ancor di più dall’emergenza sanitaria in atto”. Proprio per questo motivo è altresì importante adottare ogni forma di tutela, nei confronti del singolo, prima che si possa rivolgere ad organizzazioni usuraie.

All’interno del documento i consiglieri si rivolgono al sindaco e alla giunta: “A farsi promotori dell’istituzione di uno sportello pubblico, a supporto dei cittadini e delle micro/piccole imprese sovra indebitate presso il segretariato sociale del comune”. L’obiettivo è quello di: “Offrire un servizio gratuito di prima accoglienza e di raccolta della documentazione necessaria per l’avvio della pratica di sovra indebitamento, che sarà poi curata dagli Organismi di composizione della crisi presenti sul territorio regionale, attraverso professionisti iscritti all’Albo Ministeriale dei Gestori della crisi, che possano svolgere l’attività di consulenza nell’ambito del piano di risanamento e di esdebitazione.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento