rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità

Nuovi stili di vita e abuso dei dispositivi elettronici, c’è una "epidemia" di miopia: controlli gratuiti della vista a Terni

L’iniziativa il prossimo 15 maggio in Bct nell’ambito della giornata internazionale della luce: “L’attività di screening potrà avvicinare i cittadini ai semplici gesti di prevenzione in grado di migliorare e salvare la vista e potrà avvicinare i ragazzi all’affascinante mestiere di ottico”

Per la giornata internazionale della luce, il corso di laurea di ottica e optometria dell’Università degli studi di Perugia - Polo di Terni e la scuola I.I.S.P.T.C. Casagrande Cesi di Terni - indirizzo ottico, insieme alla direzione istruzione del Comune Terni, organizzano “Facciamo luce sulla vista: materiali, metodi e mestieri”.

L’evento si terrà il 15 maggio alla biblioteca comunale, sarà aperto a tutta la cittadinanza e prevederà uno stand per lo screening gratuito della vista a partire dalle 15. La tavola rotonda è fissata alle 17. Sarà animata da Massimiliano Trevisan, divulgatore scientifico, che modererà il dialogo tra il pubblico e i tre protagonisti dell'appuntamento: Carlo Cagini, direttore della clinica oculistica e della scuola di specializzazione in oftalmologia di Perugia; Stefano Lorè, optometrista e docente di contattologia nel corso di laurea di ottica e optometria di Terni; Roberta Nanni, ortottista, assistente in oftalmologia e riabilitazione visiva.

I temi trattati saranno: le crescenti problematiche della vista indotte dai nuovi stili di vita e dall’abuso dei dispositivi elettronici, i nuovi materiali e dispositivi per una sempre più accurata misurazione e correzione della vista, le opportunità lavorative e di formazione professionale presenti nel nostro territorio, le competenze e le necessarie sinergie tra i diversi operatori.

“Con questa iniziativa - dicono gli organizzatori - si vogliono portare all’attenzione del grande pubblico gli aspetti più rilevanti dei temi legati alla vista. È infatti ormai noto il fenomeno della progressiva riduzione delle nostre capacità visive, tanto che si parla di una vera e propria epidemia della miopia che nel 2050 arriverebbe ad affliggere più del 50% degli italiani. Un tempo si attribuiva la miopia a motivi prevalentemente genetici, mentre oggi sappiamo che l’ambiente gioca un ruolo fondamentale nella sua insorgenza e sviluppo. Alla miopia si possono poi affiancare serie patologie. La risposta a queste importanti sfide passa per l’azione congiunta di diversi fattori: una seria e puntuale informazione, la messa in campo di una capillare attività di prevenzione e la formazione di personale altamente qualificato che sia in grado di offrire i necessari servizi di prevenzione, correzione e cura. L’attività di screening gratuito potrà avvicinare tutti i cittadini ai semplici gesti di prevenzione in grado di migliorare e salvare la vista e potrà avvicinare i ragazzi all’affascinante mestiere di ottico e di optometrista e alle opportunità di formazione superiore e universitaria presenti nel territorio ternano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi stili di vita e abuso dei dispositivi elettronici, c’è una "epidemia" di miopia: controlli gratuiti della vista a Terni

TerniToday è in caricamento