rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

Imprenditrice ternana racconta la sua attività: “Orgogliosamente artigiana seguendo ed affiancandomi all’evoluzione tecnologica”

“Sono nata e cresciuta in centro e ho visto tante persone crescere, diventando un punto di riferimento per le persone del quartiere”. Il racconto di Francesca Petrucci

Un trapasso tra due ‘ere’ che appaiono distanti l’una dall’altra. La copisteria rappresenta, sotto certi punti di vista, un prototipo di attività che evoca una città del passato. Apparentemente può essere vista, in modo errato, superata dall’evoluzione tecnologica e digitale che ogni giorno offre nuove soluzioni. A raccontarne, alla nostra redazione di www.ternitoday.it, le caratteristiche è Francesca Petrucci titolare di uno dei locali presenti sul territorio. Grazie all’imprenditrice è possibile capire come i luoghi di prossimità tengano botta fornendo servizi utili, quanto diretti, conformandosi alle esigenze e bisogni avvertiti dai singoli clienti.

L’apertura del Copione: “E’ stata inaugurata nel 2004, poi dopo un anno e mezzo sono subentrata e ho deciso di acquistarla”. I motivi di questa scelta: “Sono nata e cresciuta al centro, poco distante dal locale di cui sono stata sempre affascinata. Pertanto a fine 2006, dopo alcuni mesi di apprendistato, è iniziato ufficialmente tale percorso”. Come è cambiato il lavoro: “Non solo sotto il profilo del metodo ma anche e soprattutto si sono modificate le esigenze dei clienti. Nel 2006 era il regno del cartaceo poiché non esistevano gli smartphone, le chat e soprattutto gli alunni studiavano sui manuali, chiedendo una mole enorme di fotocopie. Ora invece siamo in piena fase di digitalizzazione ed il numero di copie è notevolmente diminuito”.

Il processo di trasformazione: “Posso autodefinirmi orgogliosamente artigiana anche perché – sorride Francesca – ho anche le mani tagliuzzate dalla carta. Un locale che sento come il primo figlio, poiché acquistato dopo aver terminato gli studi, quando ero giovane. Ho avuto la capacità di studiare, da autodidatta per cercare di adeguarmi alle esigenze di mercato ed i bisogni avvertiti dai clienti. Spazio dunque a programmi di grafica, impostazioni, aggiornamenti verso una vera e propria svolta al digitale. Tecnologia e finiture sono stati un po' gli elementi sui quali procedere, di pari passo, verso una contemporaneizzazione dell’attività. Magari per una signora di 50-55 anni sarebbe stato più difficile questo mutamento e trasversalità, conformandosi all’evoluzione dei tempi”.

In questo processo di trasformazione entrano in gioco anche i macchinari: “Ascoltare e recepire i feedback dei clienti per poter cercare di formulare l’offerta migliore. Ad esempio nella stampa e rilegatura delle tesi, in precedenza, occorrevano circa tre giorni. Ora tutto ciò accade in pochissime ore dopo aver acquistato delle specifiche macchine. Di investimenti, in questi ultimi anni, sono stati portati a compimento anche su taglierino laser, plotter di formati fino all’ultimo aggiornamento e ricambio dei macchinari di stampa, avvenuto circa un mese fa”.

Negozio di prossimità: “Un punto di riferimento per il quartiere e le altre attività presenti nella zona. Ci sono articoli che devono essere prodotti, soprattutto dal punto di vista della grafica. Pertanto, anche a seguito del rapporto creatosi con il tempo, molti colleghi imprenditori mi chiedono di realizzare alcuni lavori specifici quanto essenziali per loro. Arrivano anche delle persone anziane che magari hanno delle difficoltà, sotto il profilo della tecnologia. Pertanto capita di dispensare un consiglio, stampare un modulo o una mail o fornire semplicemente un aiuto. Ho avuto poi l’opportunità di vedere ‘crescere’ nelle esigenze tante persone. Dagli appunti alle tesi, fino ai biglietti da visita professionali per poi passare al matrimonio ed al battesimo. Un lungo percorso di fidelizzazione – conclude - che sicuramente fa piacere”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditrice ternana racconta la sua attività: “Orgogliosamente artigiana seguendo ed affiancandomi all’evoluzione tecnologica”

TerniToday è in caricamento