Mascherine e "spesa sospesa" per chi ha bisogno, da domani inizia la distribuzione

La pro loco di Ferentillo si occuperà della distribuzione dei presidi, fuori dall'Infopoint saranno lasciati pacchi spesa che le persone in difficoltà

La spesa solidale organizzata a Ferentillo

In un momento di forte bisogno e di difficoltà, la Pro loco di Ferentillo si pone in prima linea. Come spesso accade nelle piccole comunità, anche nel paese della Valnerina i volontari generalmente impegnati nella promozione delle tradizioni e della cultura del luogo, si sono rimboccati le maniche e non si sono fatti trovate impreparati. Grazie alla collaborazione con la fondamentale Protezione civile e potendo contare sul buon cuore degli abitanti, le iniziative per rendersi utili in questo periodo non mancano di sicuro.
La prima iniziativa ha riguardato la collaborazione per la raccolta della spesa solidale avvenuta nei giorni scorsi, distribuita attraverso la parrocchia e la Caritas di Ferentillo: "Purtroppo la chiusura delle attività - afferma il presidente della Pro loco Emilio Rosati - ha causato diverse situazioni di difficoltà. Grazie alla collaborazione con la Caritas e con la Parrocchia abbiamo già iniziato a raccogliere viveri negli alimentari del territorio grazie alla donazione dei cittadini. Al momento portiamo la spesa, circa ogni 3 giorni, a una quindicina di famiglie o anziani soli, mentre da domani saranno attive due nuove iniziative".

Mascherine e raccolta alimentare

La Pro loco di Ferentillo, infatti, ha ricevuto dalla Protezione Civile 250 mascherine e, entro la settimana prossima, ne saranno consegnate un altro migliaio, che si aggoingono a quelle donate nei giorni scorsi da un imprenditore locale. E così nei prossimi giorni la Pro loco, grazie ai suoi volontari, inizierà la distribuzione a cominciare dalle persone maggiormente esposte al contatto con il pubblico, soprattutto Forze dell'ordine, enti pubblici, negozianti e così via. Poi, in base al numero di dispositivi a disposizione, si procederà anche alla consegna alle famiglie.

Altra importante iniziativa riguarda invece il supporto alle famiglie che, in questo momento di crisi, si trovano in difficoltà per l'acquisto di beni di prima necessità. Per supportare chi si trova in questa situazione, sempre da domani, lunedì 6 aprile, presso l'ingresso dell'Infopoint di Ferentillo, verranno lasciati dei pacchi spesa per coloro che ne avessero bisogno, da poter prendere autonomamente e garantendo così la privacy di tutti. "Oltre alla distribuzione casa per casa, anche dei medicinali - continua Rosati - abbiamo pensato anche alle persone che, vista la situazione, preferirebbero rimanere nell'anonimato. Così lasceremo dei pacchi fuori dalla Pro loco e in parrocchia, dove chi vorrà potrà prendere tranquillamente ciò che può servire per superare questo momento difficile". L'orario di apertura dell'Infopoint è previsto dalle 10 alle 18, tutti i giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento