Coronavirus e mascherine, in arrivo alle farmacie comunali ma è caos prezzi

La mascherina è l'oggetto del desiderio di questi giorni, scorte finite e introvabili a 0,50 centesimi. L'amministratore di Farmacie Terni: "In settimana ne arrivano 5mila, poche ma è qualcosa"

L’oggetto del desiderio oggi è la mascherina. Introvabili o quasi quelle a prezzo calmierato di 0,50 centesimi. Un problema soprattutto per i cittadini in difficoltà economica. Proprio in questi giorni il Comune ha finalmente ricevuto un nuovo stock di mascherine di tipo chirurgico, circa 18mila, e di guanti monouso, circa 9mila paia, assegnato dalla Regione e sta già avvenendo la distribuzione in città alle categoria più deboli grazie alla protezione civile e ai servizi sociali. “Le categorie alle quali sono destinate mascherine e guanti in distribuzione gratuita - specificano gli assessori alla protezione civile Stefano Fatale e al welfare Cristiano Ceccotti - sono gli anziani ultra65enni non autosufficienti, le persone con disabilità e quelle con disagi economici”.

La distribuzione è avvenuta consegnando le mascherine e i guanti alla Asl2, al Banco alimentare, al Centro autonomia umbro, all’associazione di volontariato San Martino-Caritas e al Cesvol. 

“In questo modo - spiega Ceccotti - abbiamo inteso coprire le esigenze delle persone anziane con problemi tramite principalmente la Asl, delle persone con disagi economici, tramite Banco Alimentare con una rete di 34 associazioni e tramite l’associazione San Martino che gestisce la mensa e l'emporio della solidarietà sempre attivi durante l'emergenza, inoltre delle persone con disabilità, con il centro per l'autonomia, tramite la Fish e con il supporto della rete di associazioni del Cesvol”.

Nel frattempo la corsa alle mascherine prosegue anche nelle farmacie, ma quelle a 0,50 centesimi sono ormai in via di esaurimento come confermano gli stessi farmacisti: “Non ci sono – conferma Amleto Bianchi titolare dell’omonima farmacia – a quel prezzo non le produce nessuno, noi abbiamo le Fp2 ma la cifra è diversa”.

Stessa musica nelle farmacie comunali: “Le scorte stanno finendo ma stiamo aspettano un lotto di 5mila mascherine chirurgiche – dice Mauro Scarpellini amministratore unico di Farmacie Terni – dovrebbero arrivare in settimana. Certo non sono molte. Vorrei spiegare – aggiunge - che il prezzo stabilito dal Governo rappresenta una perdita rispetto a quanto si era acquistato prima del decreto, questo perché sul mercato non si trovano mascherine a 0,50. Avevamo fatto accordi con Assofarma e Federfarma per arginare costi a rischio di speculazione, eravamo pronti a prendere mascherine a un costo tra 1,50 e 1,90 euro, poi il commissario straordinario Arcuti ha bloccato tutto e abbiamo dovuto annullare contratti precedenti come quello per 30mila mascherine a 0,70. Nessuno può rimetterci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento