Lotta al virus, all’ospedale di Terni arrivano le uova della speranza del Comitato Daniele Chianelli

Dolci per i malati, per il personale sanitario e per i donatori di sangue. L’appello: aiutateci a sostenere la ricerca contro leucemie, linfomi e tumori   

Le uova della speranza sono l’inaspettato regalo arrivato dal Comitato per la Vita Daniele Chianelli a vari reparti dell’ospedale di Terni.

La campagna di raccolta fondi che ormai da 30 anni si svolge prima di Natale e prima della Pasqua serve al comitato umbro per finanziare le attività di ricerca e sostegno in favore dei malati di leucemie, linfomi e tumori di bambini ed adulti e a fare donazioni a tutte le strutture sanitarie umbre.

comitato chianelli1-2Donando a loro un po’ di dolcezza, in questi giorni di isolamento e difficili, il pensiero del comitato umbro, va alle persone che soffrono in ospedale, ai coraggiosi ed infaticabili sanitari che di loro si prendono cura, e a tutti i donatori di sangue, sempre più utile in questi giorni, che ricevono gratuitamente per ogni donazione un uovo di cioccolato.

Quest’anno, causa le restrizioni per combattere la diffusione del Coronavirus, la consueta campagna di raccolta fondi del comitato umbro non andrà come sperato. Si prevede un calo dei fondi raccolti di circa il 70%. Le uova, ormai pronte da tempo, non potranno essere distribuite normalmente nei luoghi cittadini “storici”, ma potranno essere prenotate on-line sul sito web del comitato (qui l’indirizzo), oppure contattando i volontari del comitato stesso che sui vari social hanno pubblicato i loro indirizzi.

Ed è un peccato doppio, visto che quest’anno l’iniziativa delle uova della speranza era stata ideata con un valore ecologico aggiuntivo, oltre a quello solito della solidarietà verso chi soffre, perché ciascun uovo, confezionato con incarti al 100% riciclabili, oltre al peluche esterno, contiene una “sorpresa” educativa: dei semi di alberi di altro fusto, da utilizzare per “piantare” una nuova vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tale iniziativa, che era stata pensata per coinvolgere gli alunni delle scuole (specialmente le primarie), doveva traguardare ad un momento didattico significativo, di piantumazione collettiva da parte dei bambini e di loro riflessioni tanto di natura ecologica quanto sulla vita in generale. La speranza è che ciò sarà comunque realizzabile a breve alla fine della emergenza sanitaria in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento