Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Coronavirus, fase due a Terni: l'emozione del primo caffè al bar dopo il lockdown

Bar e locali si attrezzano per il take away che scatta da oggi. Molte, forse troppe, persone in giro ma la voglia di normalità è tanta. E già si pensa alla 'fase 3' | INTERVISTE

Da oggi si riprende seppure parzialmente con la possibilità di bar e ristoranti di fare asporto, ovvero un cliente può acquistare cibo e anche un caffé ma non può consumare nel locale, in sostanza si prende quanto si compra e uno se lo porta a casa o in auto per consumare o bere.

E' un piccolo passo verso la fase 3 che dovrebbe scattare tra il 18 maggio e il primo giugno. Molta l'emozione in città per questa ripresa, forse troppa gente in circolazione, ricordiamo che il lockdown non è terminato e che in ogni caso occorre mettere in atto tutte le regole del decreto del Governo: distanziamento sociale, mascherine, guanti e disinfettante sempre appresso. Per Stefano Amici, titolare di Pazzaglia, oggi l'emozione è stata forte: "Sono stato chiuso per 54 giorni e dunque per me è una bella sensazione, certo in questo modo è difficile, non sapevo se valesse la pena di riaprire però alla fine abbiamo deciso di esserci perché è un segnale di ripresa per tutta la città da parte di un locale storico come Pazzaglia".

b2-8

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, fase due a Terni: l'emozione del primo caffè al bar dopo il lockdown

TerniToday è in caricamento