Coronavirus, scambio tra farmacie comunali di Terni e Fiumicino per produrre l'Amuchina

Terni ha trovato i contenitori, Fiumicino ha trovato il prodotto base e l’accordo per lo scambio è stato immediato. Il rifornimento è stato portato tramite un aereo atterrato all'aviosuperficie di Maratta

 È atterrato stamattina all'aviosuperficie un aereo con un buon rifornimento di prodotto base per la produzione di disinfettante per le mani, prescritto in funzione anticoronavirus, destinato alle farmacie comunali di Terni.
 Il prodotto base è scarseggiato nelle scorse settimane sia per la produzione nazionale non pronta a fronteggiare una domanda rilevantissima imprevista, sia per alcune speculazioni di prezzo che pare siano arrivate al 700 %.
Sono scarseggiati i contenitori. Alcune delle fabbriche sono in zona rossa del nord.    

La collaborazione tra le farmacie comunali di Terni e di Fiumicino, in funzione antispeculazione e di servizio ai cittadini, ha dato un ottimo risultato.
    Terni ha trovato i contenitori, Fiumicino ha trovato il prodotto base, e l’accordo per lo scambio è stato immediato.
Il dottor Fabio Reposi, socio delle farmacie comunali di Fiumicino (51 % del Comune e 49 % dei privati), consegnando cinque contenitori pieni all’Amministratore Unico delle farmacie ternane,  Mauro Scarpellini, ha detto "La collaborazione tra farmacie comunali è un valore, anche se appartengono a regioni diverse. Ci siamo accordati non per un affare commerciale, ma per un servizio ai cittadini".
E insieme alla consegna dei bustoni con i contenitori sterili Scarpellini ha detto "I ternani sappiano che le loro farmacie comunali sono concretamente al loro servizio. Stiamo producendo nel nostro laboratorio e ora, con le nuove scorte, possiamo proseguire a rifornire i cittadini e gli uffici pubblici e privati. Non si preoccupino, se finisce il prodotto in farmacia si prenotino e in poche ore la produzione soddisferà la richiesta".
Era presente anche il sindaco di Terni Leonardo Latini.
"La sinergia tra istituzioni sta funzionando. Ribadisco l'invito a seguire consigli e prescrizioni nell’interesse di tutti e con la necessaria responsabilità. Le farmacie comunali fanno e faranno la loro parte di servizio pubblico con correttezza commerciale e stanno sviluppando altre importanti iniziative d’interesse sociale, come quella di oggi".

b-28

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento