Coronavirus, task force operativa: gli ultimi aggiornamenti. A Montecastrilli verifiche e controlli

Si attende l'esito del secondo tampone sull'uomo di Montecastrilli risultato positivo al primo test, ma al momento tutto è sotto controllo. Supermercati con scaffali riforniti e prefettura in contatto con lo 'Spallanzani' di Roma

La task force è operativa e tutti i possibili contatti con l’uomo di Montecastrilli sono sotto controllo così come al momento appare sotto controllo la situazione nel ternano e nell’Umbria in generale. Nessun motivo di allarmismo dunque anche perché i protocolli del Ministero e della Regione sono già stati attivati subito e ancora prima che la notizia dei due umbri risultati positivi al primo test del Coronavirus, un uomo di Foligno e uno di Montecastrilli, si diffondesse.  

Lo ha ribadito anche il sindaco di Montecastrilli, Fabio Angelucci contattato da TerniToday: “Stiamo aspettando l’esito del secondo test sul nostro concittadino, in ogni caso, a prescindere dal risultato, è già stato fatto tutto quello che prevede il procedimento precauzionale. Non c'è alcun motivo di allarme”. 

L’uomo di Montecastrilli, entrato in contatto a Roma, per ragioni di lavoro, con un uomo di Castiglione d’Adda, si era posto sotto auto isolamento nei giorni scorsi dopo l’esito del primo esame risultato positivo. Ora, dallo ‘Spallanzani’ di Roma, si attende il risultato secondo tampone. Nel frattempo a Montecastrilli sono già state poste in isolamento anche altre persone che hanno avuto contatti con l’uomo contagiato, a cominciare dai familiari più stretti, per i successivi accertamenti epidemiologici e sanitari. Tutti stanno bene.

In prefettura la situazione è monitorata costantemente, nella riunione del tavolo permanente è emerso che “le condizioni di salute del paziente sono buone e, allo stato attuale, non destano particolare preoccupazione. Le strutture sanitarie preposte hanno, sin da subito, provveduto ad attivare i protocolli stabiliti per i casi sospetti”. Si attende ora la conferma ufficiale del secondo esame. 

La Regione Umbria si sta muovendo per individuare strutture temporanee ai fini della quarantena. Al momento ne sono state selezionate 33: alcune saranno utilizzabili sin da subito, altre verranno adattate. Situazione che si sta normalizzando anche nei supermercati dopo il primo ‘assalto’ alle provviste avvenuto a inizio settimana. Gli scaffali sono tornati a essere ben riforniti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento