Coronavirus, un primato importante per l’Umbria: “La regione che ha risposto meglio all’emergenza sanitaria”

I dati forniti dal dottor Luca Fusaro evidenziano come nel mese di maggio il numero di tamponi analizzato è più alto, ma non si è tradotto in un aumento dei soggetti positivi bensì in una riduzione

foto di repertorio

Un’accurata analisi per focalizzare l’attenzione sull’andamento epidemiologico in Umbria, parametrato anche alle altre regioni. Il dottor Luca Fusaro, anche a seguito di grafici esemplificativi, ha ragguagliato i dati emersi nel mese di aprile e quelli di maggio. Sono tre le conclusioni evidenziate: il numero di tamponi analizzato è più alto, ma non si è tradotto in un aumento dei soggetti positivi bensì in una riduzione. Inoltre il dato relativo a decessi e di dimessi/guariti è stato sensibilmente inferiore. Infine si è riscontrata una riduzione del numero di soggetti attivi pari a 202.

“Grazie all’efficienza del suo sistema sanitario – afferma il dottor Fusaro - alle misure adottate e al rispetto delle stesse da parte della popolazione, l’Umbria è la regione d’Italia che ha risposto meglio all’emergenza Covid-19. Una dimostrazione è l’elevato tasso di guarigione pari al 92,5% e il basso tasso di letalità del 5,3% al primo giugno. Si è dimostrato che l’aumento dei tamponi analizzati non si è tradotto in una crescita dei casi positivi in quanto l’epidemia è in regressione. La percentuale dei tamponi diagnostici positivi, pari a 0,16%, è ormai quasi nulla”

“Il mese di aprile – sottolinea Fusaro - è stato quello con il numero più alto di guariti, pari a 902, e a maggio si ha un ulteriore calo di decessi, 9 contro i 30 del mese precedente. I soggetti attivi al primo giugno sono 31 e 14 di questi sono in isolamento domiciliare. Solo la Basilicata con 29 e la Valle d’Aosta con 15 hanno meno casi attivi. Il mese di maggio ha segnato una svolta importante nella battaglia al Covid-19 per l’Umbria. Quest’analisi dimostra un complessivo e marcato miglioramento che ci consente di guardare con ottimismo al mese di giugno”.

I GRAFICI PER SPIEGARE L'ANDAMENTO IN UMBRIA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento