Coronavirus, Valeria Alessandrini: “Disparità contratti Covid nella scuola. Il Ministro Azzolina intervenga”

Dal Decreto Rilancio ai contratti denominati ‘Covid’. L’interrogazione presentata dalla senatrice ternana della Lega

foto di repertorio

La senatrice della Lega Valeria Alessandrini, componente della commissione cultura, ha presentato un'interrogazione al Ministro dell'istruzione Lucia Azzolina. A tal proposito l’ex assessore alla scuola del comune di Terni chiede di intervenire: “Per sanare le evidenti disparità, intervenute dopo l'approvazione del decreto Rilancio, che fornisce ai lavoratori docenti e personale Ata aggiuntivi della scuola la garanzia, in caso di un nuovo lockdown e della sospensione delle lezioni in presenza, che dai contratti cosiddetti "covid" da loro stipulati è alienata la immediata risoluzione dell'impegno contrattuale”.

Inoltre: “Tale fattispecie ha inevitabilmente scatenato le proteste di quanti, spaventati dalla instabilità del vincolo, hanno preferito accettare soluzioni lavorative magari più brevi ma considerate sicure. Non è creando guerre tra poveri che si aiuta la scuola ad affrontare l'emergenza che stiamo vivendo”. La senatrice conclude auspicando un intervento del Ministro: “Il tempo per sostenere comincia a scarseggiare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Umbria Arancione | La nuova ordinanza regionale nella sintesi grafica

  • Umbria arancione | Misure restrittive confermate dalla Tesei fino al 29 novembre

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

Torna su
TerniToday è in caricamento