Coronavirus, via libera al Decreto a supporto di lavoratori e attività colpite dalle restrizioni: “Tetto fino a 150 mila euro di indennizzi”

Gli aiuti dovrebbero arrivare entro il prossimo 15 novembre. All’interno del provvedimento anche l’estensione della cassa integrazione fino al 31 gennaio

foto Giacomo Sirchia

E’ stato denominato ‘Decreto Ristori’ ed è concepito per aiutare le attività particolarmente colpite dalle restrizioni introdotte, nell’ultimo DPCM, per limitare la diffusione del contagio. Il provvedimento è stato approvato in Consiglio dei Ministri e prevede una serie di misure con efficacia (quasi) immediata.

Parametri ed indennizzi

I ristori per le attività colpite dalla pandemia dovranno essere parametrati a quanto incassato dopo il lockdown ma che non potranno superare il tetto dei 150 mila euro. Diverse le categorie interessate: tra queste palestre, ristoranti, sale giochi, fiere, discoteche, piscine, cinema, enti sportivi, centri benessere e teatri. Gli aiuti dovrebbero arrivare entro il prossimo 15 novembre.

Cassa integrazione ed aiuti ai lavoratori

Prorogato di ulteriori sei settimane il periodo in cui è possibile chiedere la cassa integrazione. Tale lasso di tempo deve essere ricompreso tra il 16 novembre 2020 e il 31 gennaio 2021. Esteso fino al 31 gennaio 2021 il divieto per i licenziamenti attualmente in vigore. Il Ministro del lavoro Nunzia Catalfo, attraverso un post su facebook, ha aggiunto: “Nel Decreto abbiamo previsto un’indennità da 1.000 euro per i lavoratori stagionali del turismo (inclusi quelli con contratto di somministrazione o a tempo determinato) nonché gli stagionali degli altri settori, i lavoratori dello spettacolo, gli intermittenti, i venditori porta a porta e i prestatori d’opera, tra quelle categorie a cui la pandemia finora ha imposto i sacrifici più grandi e che senza il nostro intervento sarebbero rimasti privi di ogni sostegno. Anche le aziende stanno compiendo sforzi enormi. Per quelle interessate dal DPCM è prevista la sospensione dei versamenti contributivi relativi ai lavoratori per il mese di novembre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento