Fase due, il sindaco vieta lotto, slot machine e altri giochi d’azzardo: non sono una priorità

L’ordinanza del primo cittadino di San Venanzo, Marsilio Marinelli. Consentiti i “gratta e vinci” ma, dopo l’acquisto, per “grattare” i ticket bisognerà allontanarsi dal locale

Un’ordinanza del sindaco, Marsilio Marinelli, ha disposto a San Venanzo la chiusura di tutte le tipologie di giochi nei pubblici esercizi e nelle tabaccherie. Il provvedimento, reso noto dallo stesso sindaco, riguarda quelle attività che comportino lo stanziamento del giocatore all’interno dell’esercizio, come Lotto, Superenalotto, slot machines ed altri. Consentito, dall’ordinanza, invece il gioco del “gratta e vinci” con espressa prescrizione che una volta acquistato il biglietto, l’operazione del grattare non può essere fatta all’interno dell’esercizio, né nelle immediate vicinanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho deciso l’emissione di questa ordinanza sostanzialmente per due ordini di motivazioni”, spiega Marinelli che elenca le ragioni. “In primo luogo perché resta assolutamente prioritario evitare ogni possibile ipotesi di assembramento e partecipare ai giochi on line può avere questo risultato ed inoltre non sembra che questa dei giochi possa essere considerata una priorità. Quando ripartirà tutto, ripartiranno anche i giochi on line”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento