Covid e solidarietà, il Soroptimist dona mascherine e visiere protettive al 'Santa Maria'

Il club della presidente Alessandra Ascani ha donato 300 mascherine FFP2 e 30 visiere protettive al Pronto Soccorso e ai reparti di Medicina d’urgenza e Malattie Infettive dell’ospedale

Dalla solidarietà a un pool di professioniste a supporto di cittadine e imprese rosa. Hanno lavorato in silenzio, lasciando però un segno indelebile nei mesi dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid 19, i club del Soroptimist dell’Umbria, associazione tutta al femminile impegnata da un secolo nella vita civile e molto attiva negli ultimi decenni nel cuore verde d’Italia. Prima, numerose donazioni ai vari nosocomi regionali; ora escono allo scoperto con uno sportello telefonico unico già attivo, al numero nazionale 02-5462611, che mette a disposizione delle proprie associate e non solo la consulenza gratuita di complessive circa 150 socie tra commercialiste, avvocate d'impresa e di famiglia, penaliste, notaie, nutrizioniste, pediatre, ginecologhe, interniste, endocrinologhe, tra cui c’è anche un nutrito gruppo umbro. Tutte le persone in difficoltà, ma pure imprese, artigiani, commercianti e quanti versano in gravi condizioni economiche dopo i mesi del lockdown possono trovare dunque trovare non solo sostegno psicologico, ma anche riferimenti normativi e suggerimenti su come affrontare tanto le difficoltà quanto la ripartenza. "In questa delicata fase abbiamo capito che il nostro vero patrimonio da donare sono le competenze professionali. Pensiamo che la rapidità, la competenza e la concretezza siano gli unici veri alleati nella lotta contro l'emergenza” hanno detto Mariolina Coppola e Barbara Newman, rispettivamente presidente e vice presidente nazionale del Soroptimist.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una naturale prosecuzione di quell’attività che in Umbria l'associazione di donne impegnate nel sostegno all'avanzamento della condizione femminile nella società e nel mondo del lavoro ha saputo anche tradurre in tanti gesti concreti. A Terni il club della presidente Alessandra Ascani ha donato 300 mascherine FFP2 e 30 visiere protettive al Pronto Soccorso e ai reparti di Medicina d’urgenza e Malattie Infettive dell’Ospedale “Santa Maria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Donna trans accoltellata di notte nella sua abitazione in via Battisti. Ricoverata al Santa Maria

  • Valigie di droga dal Pakistan a Terni. Decapitata la cupola dei signori dell'eroina

  • Trecento posti di lavoro ma anche una nuova clinica privata: ecco il nuovo Liberati

  • Bliz della squadra mobile, vasta operazione antidroga a Terni: “Indagine articolata e complessa iniziata oltre un anno fa”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento