rotate-mobile
Attualità

Storia delle città, boom di iscritti per il gruppo Terni Antica: “L’affetto per il capoluogo condiviso dagli iscritti”

Il racconto del fondatore Stefano Trissati: “Alcuni utenti sono una risorsa preziosa per il gruppo raccontando aneddoti e pubblicando foto in sequenza”

Una crescita esponenziale, verificatasi nel corso degli ultimi due mesi. Il gruppo facebook Terni Antica è nato ufficialmente nel corso 2010 per volontà di Stefano Trissati. Il moderatore ha accolto migliaia di iscritti che si sono aggiunti, proprio nell’ultimo periodo, superando la soglia delle ottomila iscrizioni. Alla nostra redazione di www.ternitoday.it spiega le motivazioni che lo hanno portato a creare il gruppo dedicato alla storia della città.

Dagli albori agli sviluppi di Terni Antica: “Seguivo un gruppo denominato ‘Roma sparita’ che narrava le vicissitudini storiche della capitale. Ho pensato, nel corso del 2010, di dar vita ad un gruppo simile dedicato alla città. I miei genitori sono originari della capitale. L’idea era quella di approcciare al capoluogo umbro, scoprendo anche particolari inesplorati. Dapprima ho invitato gli amici e conoscenti. Tuttavia – afferma – vedevo che il numero di iscritti faticava a decollare. Durante i ritagli di tempo ho cercato di capirne le motivazioni. Una volta sistemati i filtri, nelle ultime settimane, sono arrivate una valanga di richieste. Dalle 300 adesioni di circa due mesi fa ora siamo arrivati a 8700 circa. Un vero e proprio boom”.

La gestione: “Gli utenti detengono ampia libertà di pubblicazione. Tuttavia devono essere attinenti alla pagina. Capita di intervenire nella moderazione, anche per foto già pubblicate. Lo spirito è il medesimo: Terni Antica richiama la storia della città che non deve necessariamente evocare accadimenti risalenti a due secoli fa. Possono essere condivise istantanee relative anche a vent’anni o trent’anni fa”. Tante le curiosità che se ne deducono: “Immagini che riguardano -ad esempio - Carnaby street, un negozio che era collocato lungo corso Tacito, piuttosto caratteristico che riproduceva le fiancate di un bus londinese”.

Ed ancora: “Immagini del Liberati e della Ternana, incentrare soprattutto nei due anni della promozione in Serie A. Il centro storico con alcuni palazzi che, purtroppo, anche a causa della guerra non ci sono più. La cascata delle Marmore sotto molteplici punti di vista tra immagini, disegni e pitture. Devo ringraziare alcuni utenti – osserva Stefano – molto attivi che forniscono le preziose informazioni, oltre a detenere un variegato archivio. Sono una grande risorsa per Terni Antica. Il minino comun denominatore? L’affetto che gli iscritti nutrono per la città. Personalmente non posso che parlarne bene, poiché sono cresciuto a Terni ed ora vivo con i miei familiari”.

Alcune curiosità: “Il monumento ai caduti, originariamente era stato posizionato dove ora risiede la fontana di piazza Tacito. Secondo la ricostruzione di alcuni iscritti poi venne portato in un altro posto per poi essere trasferito definitivamente ai giardini della Passeggiata. Tra i negozi storici cito Pazzaglia, il caffè principale dato che, come ricordano gli utenti, venivano tante persone ad acquistare le paste anche da Roma”. Un giudizio su Terni: “Rispetto al 2010 (anno di costituzione del gruppo ndr) la città non è migliorata tantissimo e la qualità della vita un poco calata. Tuttavia essendo a misura d’uomo, rispetto ad una metropoli, sicuramente conta enormi vantaggi, in ottica di vivibilità”. Per poter seguire Terni Antica basta iscriversi al gruppo facebook dove troverete decine di testimonianze giornaliere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storia delle città, boom di iscritti per il gruppo Terni Antica: “L’affetto per il capoluogo condiviso dagli iscritti”

TerniToday è in caricamento