Attualità

Crisi del commercio in Umbria, prorogato il finanziamento a fondo perduto fino al 3 maggio. Ecco come fare

Un finanziamento di 5mila euro da restituire in tre anni con tasso di interesse dello 0,5 per cento per le micro imprese duramente colpite dalla crisi sanitaria

C'è tempo fino alle ore 13.00 di lunedì 3 maggio per le piccole attività commerciali, palestre, istituti di bellezza, tatuatori e fornitori di servizi di cura per animali da compagnia, che hanno subìto un calo del volume di affari a causa dall’emergenza covid-19, per usufruire dei finanziamenti agevolati messi a disposizione dalla Regione Umbria, con il fondo prestiti Re-Commerce. Complessivamente, l’importo stanziato dalla Regione è pari a 10,5 milioni di euro.

Ecco come fare

Le microimprese, che devono avere la propria sede operativa nel territorio regionale, possono quindi fare richiesta, esclusivamente online, sul sito www.umbriainnova.it, per ottenere un finanziamento di 5mila euro da restituire in tre anni con tasso di interesse dello 0,5 per cento. Al termine del preammortamento di un anno ci sarà, però, la possibilità di destinare metà del finanziamento a fondo perduto presentando le fatture relative ai costi di esercizio 2021.

“Questa – ha commentato Carmelo Campagna, presidente della finanziaria regionale Gepafin – è una misura che vuol dare un po’ di ristoro e sostegno alle piccole attività che sono rimaste escluse dalle provvidenze precedenti. La pratica è molto semplice e snella da attivare: basta accedere al sito www.umbriainnova.it, registrarsi e inserire i dati richiesti. Non c’è click day. Re-Commerce è un finanziamento per liquidità con la particolarità, però, che il 50 per cento di esso può essere trasformato in fondo perduto semplicemente dimostrando che la propria società abbia avuto costi correnti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi del commercio in Umbria, prorogato il finanziamento a fondo perduto fino al 3 maggio. Ecco come fare

TerniToday è in caricamento