I sindacati: “In Acciaieria crisi produttiva, l’azienda faccia chiarezza sulle prospettive industriali”

L’incontro che si è svolto ieri ha destato ulteriori preoccupazioni: “Non dobbiamo abbassare la guardia”

Un incontro, quello che si è svolto ieri tra sindacati e direzione aziendale, che non ha tranquillizzato i rappresentanti dei lavoratori. Ad emergere, come riportato in una nota, sarebbe un quadro critico che non riguarderebbe solo l'area Acc, ma che coinvolgerebbe anche impianti dell'area a freddo.

“Ci troviamo di fronte ad una crisi produttiva, figlia non solo della situazione generale di Thyssenkrupp, ma anche derivata dalla crisi dell'acciaio e di altri settori legati alla produzione di inox – dicono i sindacati -. Tutto ciò ci impone di non abbassare la guardia, affinché si evitino eventuali ristrutturazioni più o meno dichiarate”.

A tal proposito, le sigle sindacali puntano il dito contro l’eccessiva richiesta di flessibilità ai lavoratori da parte dell’azienda. “Non sfuggiranno a nessuno – continua la nota - le difficoltà per la programmazione delle ferie da parte dei lavoratori ed il continuo ricorso allo straordinario che oramai è diventato strutturale a causa degli organici ridotti ai minimi termini. Lo spostare personale non solo da impianto ad impianto, ma addirittura da un’area produttiva ad un’altra, va contro ogni logica sulla sicurezza. 

Chiarezza sulle prospettive industriali

Inoltre, in previsione dell'incontro del 4 novembre tra le Segreterie territoriali e l'amministratore delegato, dove si dovrà discutere degli investimenti, come da accordo ministeriale, occorre che l'azienda faccia chiarezza sulle prospettive industriali del sito ternano, pianificando tutte le azioni necessarie per risolvere l'oramai annosa questione ambientale, non risolvibile con il solo progetto del recupero scorie che, va ricordato, per l'avvio necessita della risoluzione del vuoto normativo sulla trasformazione in materia prima degli scarti di lavorazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

                                   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento