rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità

Esperti a confronto a Terni, cuffia dei rotatori: “La rottura è una condizione molto diffusa in tutto il mondo”

“Abbiamo pensato di organizzare un evento perché riteniamo che un lavoro coordinato fra ortopedici, fisiatri, fisioterapisti ed altre figure professionali sia fondamentale” il pensiero del dottor Sebastiani

Oltre duecento partecipanti previsti, per un evento che coinvolgerà i maggiori esperti della spalla, a livello regionale. Sabato 11 giugno, presso la Sala Convegni Arpa Umbria, si svolgerà un’iniziativa - a partire dalle 8.30 circa - dedicata alla rottura della cuffia dei rotatori. Il congresso, organizzato e presieduto dal professor Giuseppe Rinonapoli, specialista ortopedico dell’Azienda ospedaliera di Perugia, docente universitario, e dal dottor Enrico Sebastiani, specialista ortopedico dell’Ospedale di Narni, fa parte di una serie di incontri regionali patrocinati Siagascot. Tale confronto dunque coinvolgerà fisiatri, fisioterapisti ed ortopedici provenienti da tutta l’Umbria, oltre al dottor Burini di Milano.

La rottura della cuffia dei rotatori è una condizione molto diffusa in tutto il mondo, una delle patologie più frequenti in campo ortopedico. Viene riportata una prevalenza fino al 40%, con più del 50% dei soggetti sopra gli 80 anni che presenta una rottura della cuffia dei rotatori, ma è una problematica che riguarda anche persone di 40-50 anni. Questa condizione consiste nella rottura di un complesso di tendini molto importante per la spalla e comporta dolore e difficoltà al movimento. Ciò crea molti disagi nel paziente nelle attività di vita quotidiana, anche perché, nella maggior parte dei casi, impedisce il riposo notturno.  Quasi sempre è necessario un intervento chirurgico.

A tal proposito il professor Rinonapoli ha dichiarato: “La patologia della cuffia dei rotatori è un tema molto attuale. Le metodiche di diagnostica per immagini e le tecniche chirurgiche sono in continua evoluzione e questi incontri sono molto importanti per uno scambio di opinioni ed esperienze fra i vari professionisti”. Successivo intervento del dottor Sebastiani: “Abbiamo pensato di organizzare un evento come questo, perché riteniamo che un lavoro coordinato fra ortopedici, fisiatri, fisioterapisti ed altre figure professionali sia fondamentale per il successo del trattamento delle lesioni della cuffia dei rotatori, patologia molto diffusa anche nella nostra regione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esperti a confronto a Terni, cuffia dei rotatori: “La rottura è una condizione molto diffusa in tutto il mondo”

TerniToday è in caricamento