Cultura, generazioni di scrittori a confronto: parlano Leonardo Maggi e Maria Armeni

L’incontro di ieri in Provincia. Tra i temi affrontati: il territorio, il ricordo e la letteratura. E un ricordo vola anche al giovane ternano Sergio Secci, scomparso prematuramente: "un esempio da seguire per i giovani"

La letteratura, il territorio e le vicende umane narrate da due generazioni. Questo il tema dell’iniziativa presentata ieri dalla Provincia di Terni in sala del Consiglio, dove sono stati ospitati Maria Armeni e Leonardo Maggi. La prima ha presentato il suo libro “Piediluco: Il tempo, le parole, le cose”, il secondo, studente del Liceo Classico Tacito di Terni, ha invece parlato del suo thriller “The new trilogy”.

“Due generazioni a confronto che incarnano due modi di vedere e sentire le cose e la realtà – hanno detto Giampiero Lattanzi, presidente della Provincia, Maurizio Agrò, dirigente provinciale e Tiziana De Angelis, responsabile dell’ufficio pubblica istruzione dell’ente – uno spaccato letterario ma anche radicato al territorio e alle generazioni che abbiamo voluto mettere a confronto per dare il senso della continuità del nostro tempo e delle nostre comunità”.

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con il Liceo Classico ed ha puntato sul concetto di cultura come territorio, di scuola come cultura e, infine, di scuola come cultura e territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agrò ha voluto sottolineare anche un altro importante aspetto, sempre legato alla cultura e al ricordo. “Questa sala – ha affermato, rivolgendosi in modo particolare agli studenti presenti – è intitolata a Sergio Secci, un giovane la cui storia e il cui destino tutti conosciamo. In questa giornata in cui si parla di cultura e di eccellenze, mi sembra doveroso, e lo faccio sentitamente, avendolo conosciuto e frequentato ai tempi del Liceo Classico, ricordare la sua figura, quella di un giovane concittadino dal grande talento e dalle grandi doti umane e culturali, che con la sua vita, conclusasi prematuramente in modo tragico, costituisce sempre un esempio da seguire per le nuove generazioni”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento