menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport a Terni, rinasce il Liberati del basket: “Restituire la struttura multifunzionale alla città entro la fine dell’estate”

Il presidente dell’Interamna Basket Francesco Ciommei: “La riqualificazione della Cupola Leo Seconi rientra nell’area dove sono presenti molte strutture che potranno entrare in relazione”

Il ‘Liberati’ del basket rinasce. Una struttura storica, inserita all’interno di un complesso piuttosto importante, dove la piscina di viale Trieste e l’Unicusano center rappresentano punti di riferimento per le attività sportive della città. Il palazzetto della ‘Cupola Leo Seconi’ tornerà ad ospitare eventi, dopo alcuni anni di chiusura. Un’ottima notizia non solo per la pallacanestro cittadina. L’intenzione, come spiega Francesco Ciommei presidente dell’Interamna Basket, è infatti quella di allargare il compasso ad altre tipologie di eventi, andando a realizzare gli interventi di restyling propedeutici alla riapertura. Il club ternano ha infatti partecipato al bando della provincia di Terni e dopo l’iter previsto, ha potuto festeggiare l’aggiudicazione per la gestione quindicennale dell’impianto.

“Abbiamo ricevuto dal presidente della provincia Giampiero Lattanzi le chiavi del palazzetto” esordisce Ciommei. “Presto incontreremo gli esponenti del Credito sportivo per accendere un mutuo. Successivamente dovremo presentare le prime autorizzazioni per poter utilizzare la struttura senza pubblico. Ne serviranno ulteriori più onerose per far tornare anche gli spettatori” sperando in tempi migliori post pandemici. “Servono quindi diversi lavori di ristrutturazione e autorizzazioni per rendere il palazzetto di nuovo fruibile, anche alle persone con disabilità”.

L’orientamento: “Speriamo di poter riaprire già verso fine agosto, inizio settembre. Nel contempo possiamo sfruttare questo momento, in cui i campionati sono fermi, per realizzare tutti i lavori necessari propedeutici all’agibilità della Cupola. Il nostro obiettivo è quello di ridare alla città una struttura multifunzionale la quale possa essere sfruttata per diversi sport e più tipologie di eventi. Tutto ciò – ricorda il presidente - è inserito nella riqualificazione di quell’area dove già la Ternana ha investito con l’Unicusano center. Inoltre dove ci sono molte strutture sportive che ora potranno entrare tutte in relazione tra loro, per regalare un’area dove si possono svolgere tante discipline diverse”. 

Una scelta molto importante anche in ottica futura: “La nostra squadra è da oltre vent’anni che disputa campionati senior di basket” sostiene il presidente. “Tre anni fa siamo stati promossi in Serie D e abbiamo militato in questa categoria per due anni, arrivando sempre ai Play Off. Poi il palazzetto è stato chiuso perché non era adeguato alle norme e la provincia non poteva assolvere economicamente alle ristrutturazioni necessarie. Abbiamo provato a giocare da altre parti. Da un punto di vista prettamente economico i costi erano davvero elevati. Abbiamo dovuto abbandonare la Serie D e rimanere solo sul campionato CSI giocando a Narni. In quel momento è sorta la necessità di trovare una casa veramente adatta ai nostri progetti. Prima abbiamo ricominciato con il minibasket all’ITIS. Poi, una volta uscito il bando per il palazzetto di viale Trieste, abbiamo deciso di provarci. Siamo stati gli unici a presentare la domanda e lo abbiamo fatto completamente da soli”. La riqualificazione della ‘Cupola Leo Seconi’ avrà una valenza ancora più importante, in questa fase di emergenza sanitaria. Quando si potrà tornare all’auspicata normalità tantissimi ragazzi potranno finalmente praticare quell’attività sportiva che tanto sta mancando ad ognuno di loro.

Si ringrazia per la collaborazione Filippo Formichetti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento