Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

"Un campo di battaglia. Nessuna manutenzione da 50 anni". La protesta dei residenti del "Tyrus"

Sono state varie le segnalazioni esposte all'ufficio manutenzioni stradali del comune di Terni ma la situazione è ferma da sempre

Da quasi 50 anni non si fa manutenzione del parcheggio adiacente al complesso abitativo Tyrus di Terni. A segnalarlo è un nostro lettore che si fa portavoce del disagio di decine di famiglie residenti.

Sono state numerose le segnalazioni pervenute all'ufficio manutenzioni strade del comune di Terni, fanno presente i cittadini, ma ad oggi sembra non si sia mossa foglia in particolare per quanto riguarda il posteggio che ormai è diventato una groviera impraticabile e pericolosa.

In una delle tante lettere indirizzate all'attenzione dell'ufficio comunale competente e datata 15 gennaio 2013, viene fotografato lo status quo è ulteriormente peggiorato col passare del tempo. Già 7 anni fa, infatti, i residenti evidenziavano tutto il loro disagio che sta ormai volgendo verso la disperazione: "Viviamo una grave situazione di impraticabilità in quest'area di viale Rossini, tra il complesso abitativo Tyrus, la chiesa di S. Paolo Apostolo, il quartiere O. Metelli e l'impianto sportivo S. Valentino/Tyrus. Abbiamo accertato con un dirigente - scriveva il portavoce dei residenti - che questa zona non è mai stata sottoposta a manutenzione da quando è stata edificata, quindi da qurant'anni. Oggi appare un vero e proprio campo di battaglia. Sono tante le buche che rendono problematica la sua agibilità e mettono a repentaglio la meccanica delle auto che sostano nel parcheggio".

Sono tante le famiglie che friuscono del posteggio, circa 156 famiglie residenti nel complesso Tyrus. Ma anche gli altri abitanti del quartiere Metelli, i parrocchiani di S. Paolo Apostolo e i frequentarori del centro sportivo. "Inoltre - si legge ancora nella lettera indirizzata al comune - sul manto stradale gravano anche i mezzi pesanti dell'Asm impiegati per la raccolta differenziata che producono continue erosioni del bitume. Speriamo davvero che l'amministrazione comunale possa prendere cura del nostro disagio".

Dopo 7 anni dalla l'ultima lettera formale e da quasi 50 dall'edificazione dell'area, ancora nessun segnale da parte del comune. Tuttavia c'è chi non si arrende ed è tornato alla carica coinvolgendo direttamente l'assessore ai lavori pubblici, Benedetta Salvati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un campo di battaglia. Nessuna manutenzione da 50 anni". La protesta dei residenti del "Tyrus"

TerniToday è in caricamento