Dall’ex Mercato Coperto ai cantieri nelle scuole fino alle grandi opere. Terni riparte: modalità e tempistiche previste

Le ultime novità per la città che auspica una ripartenza decisa dopo le settimane caratterizzate dall’emergenza sanitaria. L’intervista a Benedetta Salvati

foto di repertorio

Una fase tre auspicata quella che sta attraversando l’intera penisola. A piccoli passi ci si riavvicina verso la normalità, nonostante tutte le precauzioni sulle quali conformarsi. L’emergenza sanitaria, delle scorse settimane, ha naturalmente messo a dura prova anche uno degli assessorati più importanti dell’intera giunta ossia quello ai lavori pubblici. Nonostante le comprensibili difficoltà legate alla riorganizzazione del lavoro ed esecutività delle attività la sinergia non è mancata tra gli uffici preposti.

“Abbiamo vissuto questo periodo cercando di mantenere la maggiore normalità possibilità con i dipendenti, dirigente lavori pubblici e ambiente. I contatti sono stati sempre diretti – afferma Benedetta Salvati - con i presidi previsi onde evitare la diffusione del Coronavirus. I dirigenti sono stati sempre in ufficio mentre i tecnici, i quali non avevano l’obbligo di rimanere in loco, si sono assolutamente adeguati alle nuove modalità di lavoro. Per i lavori pubblici, ambiente e le deleghe detenute non si sono fermati, tutti gli aspetti amministrativi portati avanti. Abbiamo approvato la delibera per agevolare nelle more dell’approvazione del bilancio le procedure di gara nel caso in cui ci siano finanziamenti certi”.

Cantieri e obiettivi

“C’è stato lo stop di alcuni cantieri che hanno portato qualche disagio. I principali problemi deriveranno da quelli scolastici oltre che il cronoprogramma della fontana la cui riapertura è slittata. I cantieri sono ripartiti tutti, in particolare quelli della Carducci e della materna Donatelli. Per la seconda citata cercheremo di riaprire entro l’inaugurazione dell’anno scolastico 2020/2021. Stiamo facendo inoltre i salti mortali anche per la Carducci e vogliamo in tutti i modi riuscirvi. Sono in programma ulteriori lavori oltre che una riorganizzazione complessiva dettata dal post emergenza sanitaria con tutte le normative di distanziamento sociale in auge. Abbiamo proceduto con la medesima grinta di prima”.

“Ad inizio 2020 ci eravamo prefissati i seguenti obiettivi per intervenire su determinate aree strategiche: PalaTerni, Cardeto, Fontana di piazza Tacito, piano quinquennale delle strade, ex Mercato Coperto, ciclopedonabilità, grandi infrastrutture in collaborazione con la regione Umbria. A seguito dell’emergenza sanitaria è presumibile uno slittamento della riapertura della fontana entro il primo semestre 2021, non mi sbilancio più di tanto.

Benedetta Salvati-3

L’inizio dei lavori per il parco Cardeto fissato nell’anno in corso. Interventi già iniziati per il Pala Terni dove, a breve, metteremo anche il cartello generale. Ci siamo fissati la data dell’anno in corso anche per dipanare la questione dell’ex Mercato Coperto. Infine, relativamente alla bretella Terni Est- San Carlo è arrivato l’ok per la bozza di convenzione della regione che approveremo e con la quale finiremo le indagini e approveremo l’esecutivo”.

Novità al PalaTerni

“Stiamo definendo delle modalità con il concessionario per gli aspetti tecnici. Inoltre togliendo tutte le infrastrutture di servizio presenti. Sarà un enorme cantiere che arriverà a dopo il parcheggio del mercatino. Si partirà con le demolizioni nell’attesa che il concessionario presenti il progetto esecutivo la cui approvazione, essendo opera pubblica, diventerà un permesso a costruire. E’ mia premura - conclude e sottolinea Benedetta Salvati - ringraziare in particolar modo la fondazione Carit per il supporto da sempre manifestato”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

Torna su
TerniToday è in caricamento