rotate-mobile
Attualità

Ternani, un cuore (e non solo) anche per gli altri: ecco i Comuni più disponibili alla donazione di organi

Oltre 46mila consensi raccolti in tutto il territorio provinciale: Baschi, Allerona e Montecastrilli i più “generosi”. La situazione nella città dell’acciaio e lo strano caso di Polino

Favorevoli o contrari alla donazione di organi? Attualmente in Italia ci sono 8.002 pazienti in lista d’attesa per un trapianto di organi. Di questi, 5.908 aspettano di ricevere un rene, 916 il fegato e 714 un cuore nuovo. I tempi d’attesa variano da quasi due a oltre sei anni.

La risposta è quella della dichiarazione di disponibilità alla donazione. Tutti i cittadini maggiorenni hanno la possibilità di dichiarare la propria volontà in materia di donazione di organi e tessuti alla Asl o presso gli uffici anagrafe dei comuni che hanno aderito al progetto “Una scelta in Comune” e quelle raccolte tramite gli atti olografi dell’Aido che sono registrate all’interno del Sistema informativo trapianti (Sit) e sono consultabili in tempo reale in presenza di un potenziale donatore per verificare l’esistenza della volontà espressa in vita.

In Umbria sono attivi 89 comuni, 57 in provincia di Perugia e 32 in provincia di Terni. Le dichiarazioni raccolte sono quasi 270mila: nel Ternano, i consensi (ad oggi, 11 aprile) sono 46.031, pari al 75,7 per cento del totale mentre nel Perugino sono 138.375, ossia il 70,5 per cento del totale.

Secondo i dati disponibili all’interno del Sit del ministero della salute, la percentuale più alta di consensi del Ternano si registra a Baschi: 95,8 per cento di sì, pari a un totale di 593 consensi su 619 dichiarazioni totali. Percentuali molto alte anche ad Allerona (95,7%) e Montecastrilli (87,2% di consensi).

A Terni le dichiarazioni raccolte sono al momento 32.894: i “sì” rispetto alla disponibilità di donazione degli organi sono 25.141 (76,4%). La percentuale scende al 72,5% ad Orvieto (3.944 consensi) per risalire al 73,9% a Narni (4.320) e riscendere al 70,1% ad Amelia (1.314 consensi).

Più è piccolo il territorio comunale e più si riduce la percentuale di consensi: i dati più bassi si registrano infatti a Ficulle (305 consensi su 504 dichiarazioni, pari al 60,5%) e a Polino, dove si rileva anche un “unicum”, che non si riscontra in nessun altro territorio della provincia. Qui le opposizioni alla donazione degli organi sono di più dei consensi: 12 “no” contro 9 “sì”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternani, un cuore (e non solo) anche per gli altri: ecco i Comuni più disponibili alla donazione di organi

TerniToday è in caricamento