rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Attualità

Defibrillatore in centro, via anche ai corsi di formazione per il primo soccorso

L’iniziativa di Progetto Vita Terni prosegue con momenti di incontro riservati al personale degli enti pubblici e ai cittadini

Un defibrillatore semiautomatico anche a Corso Tacito, proprio davanti alla farmacia comunale, a disposizione dei ternani. L’iniziativa, che prevede l'installazione di defibrillatori anche alla Farmacia Falchi e in quella di viale Trento, è stato realizzato da Progetto Vita Terni, con la collaborazione di FarmaciAterni srl, Comune di Terni, ASL 2 e con il contributo, per la formazione, della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni. Già un defibrillatore era stato installato in piazza Duomo, ora arriva quello di Corso Tacito.

“Non ci limitiamo a promuovere l'installazione di defibrillatori - sottolinea Marisol Flores animatrice del progetto - ma stiamo realizzando un vasto percorso di formazione della popolazione perché sempre più persone siano in grado di intervenire in modo tempestivo ed adeguato in caso di arresto cardiaco improvviso”.

Sono state già coinvolte decine di migliaia di persone ed in questa occasione si stanno effettuando corsi mirati che riguardano in particolare tutti i farmacisti delle farmacie comunali, i dipendenti del Comune di Terni, l’Amatori Podistica Terni, il Gruppo Scout Agesci Terni 3, l'ACSI Terzo Settore ed anche tutti i cittadini che lo richiedono prenotandosi nelle farmacie comunali.

Grazie al Servizio pubblico del 118 gestito dall’ASL proprio a Corso Tacito è stato possibile per i passanti esercitarsi su manichini nel massaggio cardiopolmonare e nell’uso del defibrillatore. Altri corsi si stanno effettuando a Collestatte Piano in collaborazione con l’Associazione CIAV e a San Gemini in collaborazione con la Pro Loco.

“Questa iniziativa specifica, denominata Volontari del Cuore - sottolinea Gino Venturi, responsabile di Progetto Vita Terni - è solo una delle tante tra quelle già realizzate e quelle in programma che perseguono l’obiettivo di salvare vite umane. Infatti l’arresto cardiaco improvviso colpisce in Italia ogni anno 60.000 persone di cui l’80% può essere salvato con un intervento immediato, in attesa dei soccorsi avanzati. Per questo è fondamentale che la popolazione, e non solo gli addetti ai lavori, sappiano praticare il massaggio cardiopolmonare ed attivare un defibrillatore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Defibrillatore in centro, via anche ai corsi di formazione per il primo soccorso

TerniToday è in caricamento