Degrado a due passi dalla Cascata delle Marmore: ai Campacci il bar aspetta ancora il bando

La struttura, di proprietà comunale, è chiusa dallo scorso anno dopo la scadenza del contratto di gestione e delle proroghe concesse

L'ingresso del bar dei Campacci

Sembra proprio che trovarsi proprio all'ingresso del principale sito turistico del territorio non giovi granchè. In particolare, siamo ai Campacci di Marmore, meravigliosa area verde che non è solo presa d'assalto dai ternani durante la bella stagione, ma anche dalla quasi totalità delle centinaia di migliaia di turisti che, ogni anno, visitano la nostra meravigliosa Cascata.
Eppure, sembra che questo non sia abbastanza: se è vero che non tutta l'incuria è da addossare al Comune, è indubbio che quello che dovrebbe essere il “Bar dei Campacci” grida vendetta.

In attesa del bando

La struttura, di proprietà pubblica, infatti, è da sempre data in gestione a dei privati tramite contratti di affitto. Dai primi anni del 2000 e fino al 2018 il gestore è stato sempre lo stesso. Poi il contratto è stato interrotto ma, da allora, non è stato emanato un nuovo bando per garantire la riapertura della struttura.

E' da notare che il bar si trova proprio a due passi dalla Biglietteria del Belvedere superiore ed è limitrofa al campo di calcio di Marmore, anche questo spazio piuttosto malconcio ed utilizzato durante il periodo di maggior afflusso turistico come parcheggio di emergenza per decongestionare il traffico e limitare per quanto possibile la sosta selvaggia, comunque difficilmente arginabile.

Fatto sta che, ad oggi, come evidenziano anche i residenti, il bando non è stato emanato e la stagione turistica non è così lontana come potrebbe sembrare. Questo, nonostante siano state avanzate anche altre manifestazioni d'interesse per gestire la struttura, che ha senz'altro del potenziale. Di certo, la scena a cui ci trova di fronte, al momento, non è delle più edificanti: come detto, la struttura è chiusa da più di un anno, intorno alla stessa fanno bella mostra diversi rifiuti, un piccolo gazebo esterno presenta sedie e mobilio abbandonati. Il forte vento di questi giorni, inoltre, ha divelto un lampione proprio di fronte all'ingresso del bar, creando anche potenziali situazioni di pericolo. 
I residenti in zona non sono di certo felici: “E' impensabile che il bar rimanga chiuso e che versi in queste condizioni – dicono – speriamo che chi di dovere riesca a risolvere la situazione il prima possibile, per non rischiare di iniziare un'altra stagione turistica in queste condizioni”.

GUARDA LE IMMAGINI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento